Magica Roma: i giallorossi asfaltano e battono la Juventus 2 a 1

Magica Roma: i giallorossi asfaltano e battono la Juventus 2 a 1
Sogni di mezza, o meglio, fine estate. Una grande Roma vince il primo scontro diretto della nuova stagione, dominando e schiacciando la squadra campione d’Italia per ottanta minuti di gioco.

In uno stadio Olimpico colorato di giallo e rosso, il club capitolino s’impone su una Juventus spenta e priva d’identità. La partita vive attimi di forti emozioni dopo appena 30 secondi di gioco: Florenzi, su un cross alto dalla destra, viene sgambettato in area di rigore da Mandzukic al momento del tiro, sarebbe rigore ma Rizzoli fa proseguire. E’ l’inizio del dominio giallorosso. Due conclusioni alte di Iago Falque e Salah mettono paura ai bianconeri, ma la grande occasione arriva al 24’ quando Pjanic sfodera una parabola perfetta dal limite dell’area di rigore con la palla che finisce sul montante destro. La Roma controlla il pallino del gioco, con gli attacchi verticali di uno scatenato Salah senza però riuscire a trovare la via del gol.
Gol che arriva alla prima vera occasione del secondo tempo. E’ il minuto 61’ e il protagonista è sempre Miralem ‘Giotto’ Pjanic: il bosniaco sistema il pallone per un calcio di punizione dal limite dell’area, tre passi indietro e destro a giro che non lascia scampo ad un Buffon immobile, palla nel sacco e vantaggio Roma.
Al 66’ viene espulso Rubinho dalla panchina bianconera per eccessive proteste su un fallo di mano di De Rossi al limite dell’area di rigore. La prima chance juventina arriva solo al 71’ quando Pogba di testa, su un cross da calcio d’angolo, sfiora la rete con il pallone che termina di poco sul fondo. Minuti 78 e 79’: Evra nel giro di due minuti, prima al 75’ e poi al 78’ si fa ammonire due volte e di conseguenza espellere, la Roma ne approfitta immediatamente con un Iago Falque abile a rimettere in mezzo un pallone destinato sul fondo, a raccoglierlo c’è il bomber Dzeko che con una frustrata di testa batte ancora un incolpevole Buffon e corre sotto la Curva Sud per il suo primo gol in maglia giallorossa.
I Giallorossi addormentano fin troppo la partita e i bianconeri hanno dieci minuti di orgoglio in cui accorciano le distanze: all’87 Keita perde ingenuamente un pallone facile facile a centrocampo, ripartenza bianconera con Pereyra che appoggia per Dybala che a sua volta mette in rete il 2 a 1. La Juventus prova il tutto per tutto gettandosi in avanti per cercare di evitare la seconda ‘storica’ sconfitta stagionale: al 93’ Bonucci stacca di testa da cross su calcio d’angolo trovando però uno strepitoso Szczesny che indossa i panni di Superman e va a levare, con la manona destra, una palla destinata in rete. La Roma c’è, ma soprattutto sembra esserci un grande gruppo trascinato da colui che potrà o meglio diventerà il leader di questa squadra: Edin Dzeko.

Pubblicato in Sport
Davide Garritano

Speaker radiofonico e redattore sportivo. Conduce un programma musicale nella web radio, “Radio FinestrAperta”. Ha scritto per il blog d’informazione “Tribuna Italia” e per la testata giornalistica “Roma che verrà”. Il suo motto è : “Perde solamente colui che nella vittoria non hai mai creduto”.

Fotonews

ANA presenta I musei di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI