Qualificazioni Mondiali. De Rossi pareggia i conti contro la Spagna

Qualificazioni Mondiali. De Rossi pareggia i conti contro la Spagna
Buffon regala letteralmente il vantaggio agli spagnoli con un liscio clamoroso, poi il centrocampista della Roma mette a segno il calcio di rigore del definitivo 1 a 1.

PREMIAZIONE E DEBUTTO – Prima del fischio d’inizio del match, Daniele De Rossi viene premiato dalla Uefa per il superamento delle cento presenze con la maglia azzurra, esattamente la numero 108 proprio contro la Spagna. Dopo le quindici presenze con l’Under 21, arriva il tanto atteso battesimo con la maglia della nazionale maggiore per il difensore del Milan Alessio Romagnoli, al posto di Chiellini, espulso nella prima partita vinta contro l’Israele.

LA PARTITA – Davanti al pubblico dello Juventus Stadium, Gianpiero Ventura, con il solito 3-5-2, schiera Montolivo e Florenzi sulla linea dei quattro di centrocampo, più De Rossi davanti la difesa, rispettivamente al posto di Bonaventura e Candreva.
La Spagna, con una “leggera” sete di sana vendetta dopo l’eliminazione subita agli ottavi dell’Europeo francese, schiaccia, con il solito e veloce fraseggio, la nazionale azzurra nella propria metà campo per i primi 25 minuti. I pericoli arrivano dai colpi di testa di Pique, deviato in calcio d’angolo, e Diego Costa, parato da Buffon sulla linea di porta.
Al 26’ ci pensa Pellè a scuotere (se così si può dire) gli azzurri rubando palla a centrocampo, costringendo Busquets all’ammonizione tattica. Dalla punizione arriva un pallone a Montolivo che si scontra, involontariamente, con S.Ramos ed è costretto a chiedere il cambio: dentro proprio Bonaventura.
I ragazzi di Ventura, partendo da ambo le fasce, non riescono ad imporre il proprio gioco, faticando, e non poco, nel costruire azioni d’attacco. Il solo a creare problemi è Bonucci. Il difensore juventino fa ammonire, nel giro di pochi istanti (condotta antisportiva), Vitolo e Diego Costa. Mancanza di occasioni, lucidità e molto affanno, che vengono meno solo gli ultimi cinque minuti, accompagnano gli azzurri fino al fischio finale del primo tempo.
L’Italia torna in campo con un diverso atteggiamento diverso, più propositivo, ma a passare in vantaggio sono gli spagnoli: lancio rasoterra di Busquest per Vitolo, Buffon esce dell'area in anticipo ma, con il piede destro, cilecca clamorosamente il pallone, spalancando la porta all'attaccante per un gol a dir poco banale. 
Gli azzurri non ci stanno e reagiscono creando non pochi pericoli davanti alla porta avversaria, senza trovare la finalizzazione a rete. Al 67’ altra chance spagnola per chiudere la partita, con protagonista ancora Vitolo, che solo davanti al portiere manda incredibilmente sul fondo.
Il forcing finale della nazionale italiana viene premiato al minuto 82: Eder, con un guizzo felino, supera in area S.Ramos che lo atterra, l’arbitro, con un attimo di ritardo, concede il calcio di rigore. Dal dischetto si presenta De Rossi, che spiazza De Gea e chiude la partita sull’1 a 1.
L’Italia conquista un pareggio preziosissimo, portandosi a quota 4 punti in classifica, gli stessi della Spagna che non riesce ad agguantare la vetta della classifica nonostante il vantaggio iniziale.

 

Pubblicato in Sport
Davide Garritano

Speaker radiofonico e redattore sportivo. Conduce un programma musicale nella web radio, “Radio FinestrAperta”. Ha scritto per il blog d’informazione “Tribuna Italia” e per la testata giornalistica “Roma che verrà”. Il suo motto è : “Perde solamente colui che nella vittoria non hai mai creduto”.

Fotonews

ANA presenta I musei di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI