Serie A: Martinez fa impazzire San Siro, la Dea ferma la Juve

Serie A: Martinez fa impazzire San Siro, la Dea ferma la Juve Profilo ufficiale twitter Inter
Termina con il posticipo Inter-Napoli la 18esima giornata di Serie A, il penultimo turno del girone d’andata. 

A San Siro la partita termina 1 a 0 per i nerazzurri con Lautaro Martinez eroe della serata che con una zampata nel recupero regala i tre punti alla sua squadra. La partita è ben giocate dalle entrambe squadre, con l’Inter che ha un leggero predominio nella prima frazione di gioco e che sfiora più volte il goal con Icardi, anche da calcio di inizio quando l’attaccante argentino coglie una traversa clamorosa. Il match riprende e viene scandita dagli avvisi al pubblico di San Siro di rischio sospensione della partita per i deplorevoli ululati razzisti nei confronti di Koulibaly, ma gli animi si surriscaldano quando il difensore senegalese viene prima ammonito e poi espulso da Mazzoleni per un applauso plateale nei confronti del direttore di gara. Nonostante l’inferiorità numerica il Napoli rischia il colpo grosso prima con Insigne murato da Handanovic e poi con Zielinski che batte il portiere dell’Inter ma sulla linea è stoico Asamoah a fermare il pallone destinato in rete. Nel recupero oltre al colpo vincente di Martinez arriva pure un altro rosso per i partenopei, questa volta a carico di Insigne reo di condotta violenta nei confronti di Keita. Al triplice fischio festeggia l’Inter per una vittoria importantissima, protestano invece i giocatori del Napoli che escono da San Siro con zero punti e due squalifiche pesanti.

Nel pomeriggio la Juventus rallenta, e pareggia a Bergamo contro l’Atalanta per 2 a 2. I bianconeri recuperano nel finale la partita grazie al solito Cristiano Ronaldo entrato dalla panchina che pareggia i conti dopo il vantaggio orobico targato Zapata. Il colombiano prima di siglare la rete del momentaneo vantaggio dei padroni di casa era stato bravo nel primo tempo, a siglare la rete dell’1 a 1 e cancellare l’autogoal del compagno Djmsiti. La Juventus, in 10 per l’espulsione di Bentancur, mantiene l’imbattibilità in campionato ma è costretta al suo secondo pareggio, il primo in trasferta.

La Roma vince agevolmente in casa contro il Sassuolo con un netto 3 a 1. Ad aprire le danze ci pensa Perotti dal dischetto al primo goal in stagione e poco dopo Shick segna la rete del raddoppio. Ma al ceco che gioca la sua miglior partita in giallorosso toglie la scena il giovane Zaniolo (19 anni) che con una super azione mette a sedere con una finta portiere e difensore avversario e con un pallonetto sigla la sua prima rete in Serie A. Tutto bene per la Roma che però concede la rete della bandiera al Sassuolo con Babacar. 

La Lazio con un secco 2 a 0 sbriga la pratica Bologna. Luiz Felipe e poi Lulic regalano i tre punti nel derby di famiglia in casa Inzaghi, con i biancocelesti che confermano il loro quarto posto in classifica approfittando del passo falso del Milan. Infatti la squadra rossonera si blocca sullo 0 a 0 in casa del Frosinone continuando nel suo periodo buio e non riuscendo più a trovare la via del goal, con Higuain mai così male da quando gioca in Serie A. 

Questi invece i risultati delle altre partite della giornata: Sampdoria-Chievo 2-0, Cagliari-Genoa 1-0, Fiorentina-Parma 0-1, Spal-Udinese 0-0, Torino-Empoli 3-0.

Questa la classifica al termine del 18eesimo turno di Serie A: Juventus 50; Napoli 41; Inter 36; Lazio 31; Sampdoria 29; Milan 28; Roma 27; Torino 26; Atalanta, Sassuolo, Fiorentina e Parma 25; Cagliari 20; Genoa 19; Spal 17; Empoli 16; Udinese 15; Bologna 13; Frosinone 10; Chievo 5.

Pubblicato in Sport

Fotonews

Camera ardente David Sassoli

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI