Serie A, posticipo da poker. La Roma batte il Palermo 4 a 1

Serie A, posticipo da poker. La Roma batte il Palermo 4 a 1
Salah nel primo tempo, Paredes Dzeko e El Shaarawy nella ripresa, regalano tre punti importantissimi e pesantissimi alla rincorsa verso il primo posto occupato dalla Juventus.

I giallorossi schiacciano i siciliani nella propria metà campo fin dai primi minuti di gioco. Ottimo il lavoro di Dzeko che esce dall’aera di rigore facilitando, con sponde e passaggi, l’inserimento delle ale. Il primo pericolo arriva dal tiro di Salah respinto dal portiere, con l’attaccante bosniaco che non riesce ad arrivare sulla ribattuta a rete. Il secondo, invece, porta il vantaggio: altro passaggio filtrante del numero nove per l’egiziano, che si presenta in area di rigore e beffa l’estremo difensore rosanero con un diagonale che si va ad infilare sotto le gambe di quest’ultimo.
Il Palermo si fa pericoloso solamente su calcio di punizione (grazie ad una ingenuità di Jesus che viene ammonito): Diamanti si presenta dai venti metri sparando di poco altro sulla traversa. Ultimo sussulto di un primo tempo dominato dalla Roma.
La seconda frazione di gioco si apre con la paperata di Posavec sul calcio piazzato di Paredes che alimenta il bottino firmando il 2 a 0.
Al 57’ arriva, puntale e sulla line di porta, la paratona di Szczesny sul colpo di testa riavvicinato di Andelkovic.
La Roma si accontenta, grazie anche alla poca qualità dell’avversario, di gestire il doppio vantaggio per poi tornare a marcare il tabellino con il bomber del campionato: Florenzi, con un passaggio preciso e centrale, pesca in area Dzeko, stop e tiro all’angolino sinistro per il tris giallorosso.
All’80’, pochi secondi prima dell’entrata in campo di capitan Totti, arriva il gol della bandiera di Quaison che insacca, grazie anche ad una deviazione, con un tiro dai venticinque metri.
Non passano nemmeno due minuti ed El Shaarawy firma il poker giallorosso, sull’ennesima accelerazione d’attacco giallorossa conclusa a rete.
La Roma, dopo il bruttissimo 3 a 3 casalingo contro l’Austra Vienna in Europa League, conquista altri tre punti in casa riprendendosi il secondo posto a pari merito col Milan di Montella, arrivando così a sole due lunghezze dalla capolista Juventus ferma a quota ventuno in classifica.

Pubblicato in Sport
Davide Garritano

Speaker radiofonico e redattore sportivo. Conduce un programma musicale nella web radio, “Radio FinestrAperta”. Ha scritto per il blog d’informazione “Tribuna Italia” e per la testata giornalistica “Roma che verrà”. Il suo motto è : “Perde solamente colui che nella vittoria non hai mai creduto”.

Fotonews

Camera ardente David Sassoli

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI