Serie A, riepilogo della 2° giornata: cinque squadre a punteggio pieno

Serie A, riepilogo della 2° giornata: cinque squadre a punteggio pieno
Dopo appena due giornate di campionato arrivano delle piccole-grandi soddisfazioni dai club minori, mentre le grandi della scorsa stagione stentano a trovare il ritmo giusto.

VETTA DELLA CLASSIFICA – A ridosso della sosta, che vedrà fermarsi il campionato di Serie A per far spazio alla nazionale italiana, sono cinque le squadre a punteggio pieno: Inter, Torino, Palermo, Chievo e Sassuolo. Gli emiliani battono 1 a 0 nel derby del primo anticipo di questa giornata il Bologna grazie alla rete di Antonio Floro Flores che regala la vittoria in trasferta.
Il ChievoVerona dopo aver battuto nella prima giornata l’Empoli fuori casa, ne fa quattro alla Lazio appena eliminata dalla Champions League: ben 3 gol nel primo tempo che portano la firma di Meggiorini, autore di un grande assist di tacco sul secondo gol di Paloschi e Birsa con una splendida punizione allo scadere. Nel secondo tempo poker e doppietta personale di Paloschi che annienta la Lazio.
L’Inter vince a Carpi 2 a 1 grazie al rigore trasformato all’89 da Jovetic, autore anche del momentaneo vantaggio neroazzurro nel primo tempo. Il Carpi sfiora l’impresa e la conquista del suo primo punto in Serie A all’81’ grazie alla rete di Di Gaudio, ma alla fine deve arrendersi alla squadra di Mancini rimanendo a 0 punti in classifica.
Punteggio pieno anche per Torino e Palermo, che battono rispettivamente Fiorentina e Udinese. I granata dopo essere andati sotto in casa contro la Fiorentina, con il secondo gol stagionale di Alonso, rimontano nel corso del secondo tempo con caparbietà e tenacia nel giro di due minuti: Moretti sigla il pareggio al 68’ mentre al 69’ è Quagliarella con un diagonale perfetto a mettere a segno il sorpasso. Al 77’ Baselli con un numero e tiro secco da fuori area chiude la pratica, e regala altri tre punti al Torino.
Se il Palermo era riuscito a battere solo nei minuti di recupero il Genoa nella prima giornata, a Udine i rosanero passano nei primi minuti, con un assist al bacio di Vazquez per il colpo di testa vincente di Rigoni, mantenendo il vantaggio per tutto il resto della gara fino al triplice fischio finale.

PRIMI TRE PUNTI – Atalanta, Genoa, Milan e Roma. Sono questi i club che nella seconda giornata riempiono per la prima volta la casella della vittoria in classifica. Una grande Roma batte la Juventus 2 a 1 all’Olimpico andandosi a prendere i primi tre punti proprio nello scontro diretto contro i bianconeri. Nel secondo tempo Pjanic prima e Dzeko dopo firmano il 2 a 0, accorciato ma non raggiunto da Dybala sul finire di gara. Storico record negativo per i bianconeri che per la prima volta in Serie A chiudono dopo due giornate a 0 punti in classifica.
Il Milan vince 2 a 1 ma fatica e non poco contro un Empoli ben organizzato che deve arrendersi alla giocate individuali di Bacca e Adriano. Nel mezzo la rete dell’ex Saponara che aveva regalato il momentaneo pareggio all’Empoli in classifica ancora a 0 punti.
Il Genoa spazza via il Verona nel corso del secondo tempo grazie alle reti di Pavoletti, con un destro secco ravvicinato e Gakpe di testa, conquistando i suoi primi 3 punti di questo campionato.
Prima vittoria anche per l’Atalanta che in casa batte 2 a 0 il neopromosso Frosinone. Pinilla sbaglia un rigore al 9’, ma è il difensore Stendardo (come lo scorso anno) a mettere a segno al 21’ il primo gol bergamasco della stagione. Il bis è servito da Gomez nel corso della ripresa, ciociari ultimi anche loro a 0 punti.

UNICO PAREGGIO – Il segno X della giornata arriva dal San Paolo di Napoli, con i partenopei che vanno in vantaggio grazie alla splendida doppietta di Higuain maturata nel corso del primo tempo. Poi, come successe a Sassuolo nella prima giornata, i padroni di casa si fanno raggiungere, pareggiare e quasi battere dai blucerchiati. Nel giro di due minuti 58-59’, prima su rigore e poi con una finta e tiro all’angolino basso, Eder mette a segno l’altra doppietta del San Paolo. Il Napoli tramortito rischia anche di andare sotto sul finire di gara quando Muriel sfodera un siluro deviato sulla traversa e poi in angolo da un intervento prodigioso di Reina, 2 a 2 il risultato finale con il Napoli fermo ad 1 punto in classifica, Sampdoria che raggiunge quota 4 punti.

Pubblicato in Sport
Davide Garritano

Speaker radiofonico e redattore sportivo. Conduce un programma musicale nella web radio, “Radio FinestrAperta”. Ha scritto per il blog d’informazione “Tribuna Italia” e per la testata giornalistica “Roma che verrà”. Il suo motto è : “Perde solamente colui che nella vittoria non hai mai creduto”.

Fotonews

Camera ardente David Sassoli

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI