Ufficiale il fallimento del Parma Calcio. Niente serie cadetta, ora l’unica speranza resta la serie D

Ufficiale il fallimento del Parma Calcio. Niente serie cadetta, ora l’unica speranza resta la serie D
Nessuna offerta, nessun salvataggio, un’unica sacrosanta e amara verità, il Parma football club fallisce definitivamente.

Le uniche due cordate interessate all’ingaggio della società si erano già tirate indietro ieri in tarda serata. Oggi è arrivata la conferma del fallimento, ora la parola passa al giudice delegato, Pietro Rogato, che alle 15 incontra curatori fallimentari e comitati dei creditori per la messa in liquidazione della società.
Lo storico club, che lanciò in passato giovani come Buffon e Cannavaro, ripone le sue speranze nella serie D. Il regolamento federale prevede che il titolo sportivo, ritornato nelle mani degli organismi federali, venga consegnato, sentito il parere del sindaco della città, ad una nuova società che dimostri di essere in grado di partecipare la campionato di serie D. Nei mesi scorsi, alcuni imprenditori locali, si erano incontrati per dare vita ad un progetto per l'eventuale iscrizione alla Serie D, ma negli ultimi tempi il loro lavoro si era fermato in attesa di conoscere gli esiti delle trattative con Corrado e Piazza. Ora, però, c'è il rischio, visti i tempi ristrettissimi, che non siano più in grado, loro o altri, di fare in tempo a mettere in piedi una società che possa affrontare la serie D.
Una data orribile quella del 22 giungo 2015, che resterà impressa nei tifosi gialloblù per sempre, con l’augurio che il club possa tornare al più presto a giocare i più prestigiosi campionati italiani, uno su tutti quello di Serie A.

Pubblicato in Sport
Davide Garritano

Speaker radiofonico e redattore sportivo. Conduce un programma musicale nella web radio, “Radio FinestrAperta”. Ha scritto per il blog d’informazione “Tribuna Italia” e per la testata giornalistica “Roma che verrà”. Il suo motto è : “Perde solamente colui che nella vittoria non hai mai creduto”.

Fotonews

ANA presenta I musei di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI