Confindustria: Pil italiano 2023 a crescita zero

L’economia italiana, a causa dello shock energetico e della super inflazione, è ormai ferma da luglio. Stando alle previsioni del Centro studi di Confindustria, l’autunno si prospetta con un Pil 2022 che si chiude anche meglio delle attese, in crescita del 3,4% grazie alla sola crescita già acquisita alla fine del primo semestre, ma la prospettiva per il Pil 2023 è crescita zero.

Ocse: produzione globale perderà 2.800 miliardi a causa di guerra, inflazione e tassi

“La crescita globale rimarrà debole nella seconda metà del 2022 e rallenterà ancora nel 2023, con un aumento di poco meno del 3% quest’anno e del 2,2% il prossimo. Rispetto alle proiezioni fatte nel dicembre del 2021, prima della guerra in Ucraina, la produzione globale nel 2023 potrebbe essere più bassa di circa 2.800 miliardi di dollari”, pari a oltre il 2% del Pil.

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.