Sui passi di van Gogh a Auvers-sur-Oise

«Non c’è niente da vedere, ma tutto da sentire ». È quanto afferma Dominique Charles Janssens presentando la camera dove Vincent van Gogh trascorse i suoi ultimi giorni prima di suicidarsi (il 27 luglio 1890 si sparó al petto, il 29 morí). 

Van Gogh /Artaud, il suicidato della società

«Van Gogh non si è suicidato in un impeto di pazzia, nel panico di non farcela, ma invece ce l’aveva appena fatta e aveva scoperto chi era quando la coscienza generale della società, per punirlo di essersi strappato a essa, lo suicidò.» 

Fotonews

Festa dell'Europa 2022

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI