“Cara Professoressa” di Ljudmila Razumovskaja debutta al Teatro de’ Servi

“Cara Professoressa” di Ljudmila Razumovskaja debutta al Teatro de’ Servi
Ha debuttato con notevole affluenza di pubblico lunedì 26 novembre 2018 al Teatro de’ Servi - via del Mortaro 22, all’angolo con via del Tritone - a Roma la pièce “Cara Professoressa” di Ljudmila Razumovskaja, traduzione di Valerio Piccolo, adattamento di Francesca Zanni, regia di Andrea Bizzarri ed interpretata da Giovanna Centamore, Giuseppe Vancheri, Giovanni Nasta, Valerio Ribeca e Francesca Verrelli.

In scena al Teatro de’ Servi Cara Professoressa di Ljudmila Razumovskaja, una fra le più interessanti ed affermate scrittrici della perestrojka gorbaciovana. Il testo ha vinto il premio Ubu come Novità Straniera nel 2003 e per la stagione 2018/19 viene allestito dalla Nuova Compagnia dei Giovani diretta da Marco Cavallaro.

Cara Professoressa è una vera e propria bomba ad orologeria. Comincia con tutte le caratteristiche del più comune dramma borghese, di una di quelle pièce imbellettate ed artefatte, per poi attivare il conto alla rovescia che porterà all'esplosione finale. Un viaggio dall’esterno verso l’interno. Quattro ragazzi dal viso pulito, in visita dalla loro più “cara” professoressa, entrano intimiditi e rispettosi con un regalo di gran lusso. Le parole più cortesi, aria di festa e di grande affetto. Ma poi tutto si trasforma. La casa diventa un “campo di battaglia” fatto di sguardi biechi, parole arcigne, frasi scabrose dette in punta di fioretto, staffilate e colpi bassi.

Affascinanti le relazioni fra i quattro, ognuno rappresentativo di una tipologia di studente, e la donna, insegnante passionale ed amante del proprio lavoro. Come sono cresciuti questi ragazzi? Cosa la professoressa è riuscita a trasmettere loro? Sullo sfondo, un gap generazionale difficile - per non dire impossibile - da colmare e, da parte della professoressa, la netta sensazione che la sua generazione abbia fallito su tutta la linea. Uno spettacolo che tiene lo spettatore (non solo studenti ed insegnanti, i quali si possono riconoscere in questo o in quel personaggio) incollato alla poltrona - e con gli occhi fissi sul palcoscenico -, catturato dalle dinamiche della pièce, dai continui colpi di scena e dalla sua inarrestabile evoluzione. I migliori ingredienti per uno spettacolo esplosivo.

Cara Professoressa diLjudmila Razumovskaja (traduzione: Valerio Piccolo; adattamento: Francesca Zanni; regia: Andrea Bizzarri; interpreti: Giovanna Centamore, Giuseppe Vancheri, Giovanni Nasta, Valerio Ribeca, Francesca Verrelli; costumi: Marco Maria Della Vecchia; scena: Lollo Zollo Art; aiuto regia: Peppe Spezia; aiuto di scena: Teresa Calabrese; produzione esecutiva: Lisa Bizzotto; produttore: Marco Cavallaro; coproduzione: Progetto Goldstein - La Bilancia Produzioni) rimarrà in scena al Teatro de’ Servi fino a mercoledì 28 novembre 2018.

La stagione “Fuoriclasse” del Teatro dell’Orologio proseguirà poi con Oliver Twisted, liberamente tratto da Charles Dickens (adattamento: Leonardo Ferrari Carissimi e Fabio Morgan; regia: Leonardo Ferrari Carissimi; interpreti: Davide Antenucci, Matteo Cirillo, Lucrezia Forni, Susanna Laurenti, Benedetta Russo, Enrico Torzillo, Riccardo Viola, Pietro Virdis), in scena da lunedì 17 a mercoledì 19 dicembre 2018. 

Il nuovo anno si aprirà con Almost, Maine di John Cariani (regia: Samuele Chiovoloni; interpreti: Giulia Trippetta, Silvia Zora, Ludovico Rohl, Jacopo Costantini), in scena da lunedì 7 a mercoledì 9 gennaio 2019, ed a cui seguiranno Olio di gomito. Canovaccio per cinque casalinghe di Maria Teresa Berardelli (interpreti: Elisa Gallucci, Marcella Favilla, Giulia Francia, Francesca Mària, Gioia Salvatori), in scena da lunedì 28 a mercoledì 30 gennaio 2019; 

Posso lasciare il mio spazzolino da te?, scritto e diretto da Massimo Odierna (interpreti: Vincenzo d’Amato, Vera Dragone, Luca Mascolo, Alessandro Meringolo), in scena da lunedì 18 a mercoledì 20 febbraio 2019; Il giovane Riccardo, scritto e diretto da Alberto Fumagalli (interpreti: Alberto Fumagalli, Alice Bertini, Antonio Muro, Loris Farina, Ludovica D’Auria), in scena da lunedì 11 a mercoledì 13 marzo 2019;

Il paese di chi se ne va, scritto e diretto da Francesca Muoio (interpreti: Annacarla Broegg, Marianita Carfora, Cesare D’Arco, Morena Di Leva, Valeria Frallicciarci, Francesca Muoio, Davide Paciolla, Antonio Perna, Luca Trezza, in scena da lunedì 1 a mercoledì 3 aprile 2019; ed infine Vox Family, scritto e diretto da Francesco Petruzzelli (interpreti: Carlotta Mangione, Roberta Azzarone, Michele Lisi, Cristina Poccardi, Cristina Pelliccia, Lorenzo Parrotto, Luigi Biava), che sarà in scena da lunedì 13 a mercoledì 15 maggio 2019.

 

 

 

Letto 1640 volte

Ultima modifica il Domenica, 25/09/2022

Pubblicato in Teatro

Classe 1986, storico del cinema e giornalista pubblicista, appassionato di courtroom dramas, noir, gialli e western da oltre quindici anni, ha lavorato come battitore e segretario di produzione per un documentario su Pier Paolo Pasolini. Dopo un master in Editoria e Giornalismo, ha collaborato con il Saggiatore e con la Dino Audino Editore. Attualmente lavora come redattore freelance, promotore di eventi culturali e collaboratore alle vendite in occasione di presentazioni, incontri, dibattiti e fiere librarie.


Archivio Riccardi - L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri alle scuole del Lazio

  • L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri a scuole e biblioteche del Lazio Inviati 400 libri dell’Istituto Quinta Dimensione a scuole e biblioteche del Lazio per il progetto fotografico “L’Europa unita e i…

L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome

  • L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome Si è svolta nella fantastica terrazza dell'Hotel Babuino 181, il meeting generale di ottobre dell'American Women's Association of Rome (AWAR).

Premio Bronzi di Riace - Maurizio Riccardi insignito del titolo di "Guerriero"

  • A Maurizio Riccardi il prestigioso Premio Bronzi di Riace Maurizio Riccardi, direttore di AGRpress e dell'Agenzia AGR è stato insignito del titolo di "Guerriero" dall’Associazione Turistica Pro-Loco Città di Reggio Calabria, nel corso dell'evento…

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Informativa

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.