Come un’anomalia. Scene e canzoni in ricordo di Adriano Sgobba

Come un’anomalia. Scene e canzoni in ricordo di Adriano Sgobba
Sabato 30 ottobre 2021 a partire dalle ore 18.30 presso l’Altrove Teatro Studio - via Giorgio Scalia 53 - una serata di Teatro e Musica a tema Fabrizio de André per ricordare Adriano Sgobba, formatore, ufficio stampa e comunicatore culturale. L’evento sarà associato a una raccolta fondi i cui ricavati verranno devoluti interamente alla Fondazione Umberto Veronesi ed alla ricerca sui tumori cerebrali

«Il Tempo è quanto di più importante avete da offrire». Queste sono le parole che Adriano Sgobba ha ripetuto più spesso nel corso della sua esperienza professionale come formatore, ufficio stampa e comunicatore culturale. Un’esperienza fondamentale, intensa ma troppo breve. Adriano, colpito due anni fa da una forma non comune di tumore cerebrale, a causa di un riacuirsi della malattia, se n’è andato lo scorso 29 settembre nella sua casa romana. Aveva trentasei anni.

Affinché l’enorme bagaglio umano e intellettuale di Adriano non venga dimenticato, sua moglie Federica Nastasia e l’amico Daniele Sidonio, travolti dall’enorme ondata di affetto e di stima giunta già nel corso delle prime ore successive alla sua scomparsa, hanno dato vita a Come un’Anomalia. Scene e canzoni in ricordo di Adriano Sgobba

Sabato 30 ottobre dalle 18.30, una serata di teatro e musica, con la direzione musicale di Michele Nastasia, in  cui molti amici saliranno sul palco dell’Altrove Teatro Studio - di cui negli ultimi anni Adriano aveva curato l’ufficio stampa - per rendere omaggio a un uomo dalla rara sensibilità intellettuale ed umana che, in particolare nel corso della sua carriera a Roma, aveva sostenuto decine di giovani promesse del teatro, della musica, del giornalismo e della cultura, promuovendo il loro talento e le loro  aspirazioni.

Fil rouge di Come un’Anomalia (da un verso della canzone Smisurata Preghiera) sarà Fabrizio De André: cantautore e poeta non solo molto amato da Adriano, ma al quale lui aveva anche dedicato studi approfonditi nel corso della sua carriera prima universitaria e poi professionale. Una connessione quasi fisica quella fra Adriano ed il grande artista genovese che lo aveva influenzato anche nella sua produzione redazionale, come critico di teatro e di musica.

Nel corso della serata, saliranno sul palco: Ottavia Bianchi, Giorgio Latini (direttori dell’Altrove Teatro Studio), Ivan Talarico, Carlo Valente, Sara Franceschini, Nico Maraja, Ruvio, Elena D’Elia, Luca Maria Spagnuolo, Dino Lopardo, Chiara Arrigoni, Ottavia Orticello, Andrea Ferrara, Eva Gaudenzi, Peppe Millanta, Nunzia Mita e Graziano Giannese.

 

L’evento, che verrà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook dell’Altrove Teatro Studio, grazie alla supervisione tecnica di Alessandro Ruvio, sarà associato a una raccolta fondi: il ricavato della serata verrà infatti interamente devoluto alla Fondazione Umberto Veronesi ed alla ricerca sui tumori cerebrali. Chiunque voglia fare un’offerta, ha la possibilità di collegarsi al sito della Fondazione e di lasciare il proprio contributo in memoria di Adriano. La campagna di raccolta fondi è disponibile sul sito della Fondazione Umberto Veronesi al link https://insieme.fondazioneveronesi.it/campaign/come-unanomalia-campagna-in-ricordo-di-adriano-sgo/.

Letto 213 volte

Ultima modifica il Giovedì, 28/10/2021

Pubblicato in Teatro

Classe 1986, storico del cinema e giornalista pubblicista, appassionato di courtroom dramas, noir, gialli e western da oltre quindici anni, ha lavorato come battitore e segretario di produzione per un documentario su Pier Paolo Pasolini. Dopo un master in Editoria e Giornalismo, ha collaborato con il Saggiatore e con la Dino Audino Editore. Attualmente lavora come redattore freelance, promotore di eventi culturali e collaboratore alle vendite in occasione di presentazioni, incontri, dibattiti e fiere librarie.


 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI