Abu: ecco come ricaricare uno smartphone dai batteri del suolo

Abu: ecco come ricaricare uno smartphone dai batteri del suolo
Innovazione e scienza: un binomio che va di pari passo soprattutto in una epoca che richiede sempre maggiori novità. Ed allora ecco la recente scoperta fatta da un gruppo di studio italo-spagnolo che permette di ricaricare agevolmente il proprio smartphone utilizzando i batteri presenti nelle acque sporche.

Il progetto Abu (Acumulador electrico universal) è un ingegnoso sistema che permette di produrre energia grazie al trattamento delle acque reflue per decontaminare il suolo e sfruttare così l’elettricità.

L'annuncio è stato dato dal professor Abraham Esteve Núñez al Forum mondiale dedicato alle ecotecnologie per il recupero delle acque reflue che si è tenuto a Verona.

Fra i ricercatori anche un italiano, Tristano Bacchetti, che studia la bioelettrogenesi, cioè i processi di produzione di elettricità che hanno origine dai Geobacter presenti nelle acque reflue.

“I batteri – evidenzia Esteve – vengono utilizzati per degradare la materia organica presente nelle acque reflue: si tratta di un processo naturale, attraverso il quale ossidano la materia e allo stesso tempo liberano elettroni”.

Un processo che funzionerebbe anche nella terra, dove sono presenti e agiscono gli stessi batteri: “Il che significa – conferma Esteve – che possiamo lavorare alla decontaminazione dei suoli utilizzando modalità simili e che, quindi, nel sottosuolo c’è un sacco di energia”.

Francescochristian Schembri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Pubblicato in Tecnologia
Francescochristian Schembri

Nato ad Agrigento dove vive e risiede, è giornalista pubblicista dal 2012. Ha collaborato con testate nazionali e locali e si occupa principalmente di tematiche politico-economiche. Laureando in giurisprudenza, ha maturato esperienze politico amministrative nel settore ambientale e delle politiche universitarie. Appassionato di studi storici, ha come hobby la lettura in ambito filosofico e storico. 

Fotonews

Festa dell'Europa 2022

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI