E3 2015, il riepilogo

E3 2015, il riepilogo
Anche quest’anno si è concluso l’E3 (Electronic Enterteinment Expo) , riconfermandosi come l’evento più importante a livello mondiale  per quanto riguarda il settore videoludico: si è trattato infatti di una delle edizioni più importanti e prolifiche degli ultimi anni, rinvigorita dal trionfo della next-gen di console e PC gaming.

Negli ultimi tre giorni sono stati presentati una gran quantità di titoli, attesi ed inattesi, celebri e non, destinati a far parlare di sé nei prossimi mesi. Le case presenti all’evento sono di fatto riuscite ad impressionare le migliaia di fan presenti e collegati in diretta streaming, dandosi battaglia a colpi di  annunci e novità tutt’altro che attese e facendo sussultare in diverse occasioni  anche i più scettici. Ecco un riassunto delle principali conferenze di questo E3 e degli annunci di maggior rilievo:

Bethesda - L’evento viene aperto dalla conferenza della Bethesda, per la prima volta all’E3, aprendo le danze con l’annuncio del nuovo Doom, il titolo che ha dato vita agli sparatutto in prima persona, che oggi torna a risplendere di nuova luce, mantenendo intatte le atmosfere che  lo hanno reso famoso. La demo presentata mostra come il gusto del gore sia rimasto fedele alle origini, così come i ritmi serrati a cui si viene costretti per sopravvivere. Al termine della demo vengono annunciate la modalità multiplayer e SnapMap, con cui ogni utente sarà in grado di costruire facilmente mappe e livelli di gioco da condividere con la community. La conferenza continua con l’annuncio di Dishonored 2, che si presenta fin da subito come la naturale evoluzione del primo capitolo, con le sue atmosfere dark/steampunk pressoché intatte. La novità sta nella possibilità di scegliere quale personaggio utilizzare, se Corvo Attano, già protagonista del primo episodio, o Emily Kaldwin, regina dell’Impero, distinguendosi per un diverso assortimento di poteri, armi e tattiche. Il palco viene lasciato a Todd Howard, che rivela maggiori informazioni su Fallout 4, annunciato per il 10 novembre. Il video di presentazione rivela un restyling grafico magnifico, ed un mondo vastissimo e dinamico. Il gioco presenta tantissime novità, come un protagonista più presente rispetto ai precedenti capitoli, circa 50 armi disponibili modificabili in oltre 700 modi diversi e di costruire la propria base operativa. Come se tutto questo non bastasse, l’annuncio della Pipboy Edition manda in visibilio il pubblico, rendendo realtà il sogno proibito di chiunque abbia mai messo piede nell’universo Fallout di possedere un Pipboy funzionante.

Microsoft - La Microsoft prosegue con tantissime esclusive, a partire da Halo 5 Guardians, mostrato in una demo giocata nei panni di Spartan Locke, alla ricerca di un Master Chief  traditore. Ancora altre novità interessanti vengono annunciate, come l’inaspettata retro compatibilità dell’Xbox One, l’Xbox Elite, un nuovo controller per Pro Gamer, ed una carrellata di titoli inediti, come  ReCore e Forza Motorsport 6. Tutto ciò lascia il posto alle atmosfere suggestive del nuovo Dark Souls 3, da cui si attendono più informazioni. Ed ancora Beyond Eyes, un interessante progetto che ci porta nel mondo di una protagonista non vedente, ed il nuovo Rise Of The Tomb Rider, che mostra una Lara Croft alle prese con una scalata in un ambiente innevato ostile. Uno dei momenti più interessanti è però la presentazione delle HoloLens, nuova periferica Microsoft che promette di proiettarci nel futuro della realtà virtuale. La periferica viene provata con Minecraft, e stupisce per la capacità di proiettare un ologramma su qualunque parete o superficie, ricostruendo tridimensionalmente il mondo di gioco. la conferenza viene chiusa dall’annuncio del nuovo Gears Of War 4, con una prova in-game.

Electronic Arts - La conferenza si apre con la presentazione del nuovo Mass Effect Andromeda, attirando fin da subito il pubblico. Si prosegue con la presentazione in rapida successione di tre nuovi IP: Need for Speed,  che promette altissimi livelli di personalizzazione e realismo (la qualità grafica è impressionante),  la nuova espansione per Star Wars: The Old Republic, dal nome Knights Of The Fallen Empire,  e la presentazione di Unravel, un interessante sandbox-game in cui si impersona un piccolo omino fatto di lana. Si passa poi alla sezione Sport, con NHL 16, NBA Live 16, e Fifa 16, presentato da niente meno che Pelè in persona. Si passa poi a Mirror’s Edge: Catalyst, in cui si tornerà ad impersonare Faith, che ancora una volta ci porterà in un mondo dai colori surreali, in spettacolari inseguimenti tra i tetti della città. La conferenza si chiude con quello che è probabilmente il titolo più atteso della EA, ovvero Star Wars: Battlefront, che strizza oggi l’occhio ai moderni first-persone shooter, facendoci rivivere le atmosfere sognanti di Star Wars, complice un comparto grafico tra i migliori mai visti, avvicinandosi al fotorealismo in maniera incredibile.

Ubisoft - La Ubisoft occupa il palco per una sola ora, ma densa di novità, a partire dal nuovissimo For Honor, che farà rivivere epici scontri tra eserciti di cavalieri, samurai e vichinghi, in una modalità di gioco  in terza persona 4 vs 4 .Viene poi The Division, gioco strategico post-apocalittico, mostrando più nel dettaglio le meccaniche di gioco con un corposo gameplay che mette in risalto la spiccata componente multiplayer del titolo, ed ancora  Rainbow Six Siege, first person shooter in cui lo scopo sarà neutralizzare attacchi terroristici. La conferenza si chiude con un nuovo cinematic dell’attesso nuovo capitolo della saga Assassin’s Creed:Syndacate, ed il ritorno del franchise Ghost Recon, con un nuovo capitolo dal nome Wildlands, nelle vesti di un open-world che permetterà un’ampia diversificazione nell’approccio alle missioni,  incentrate nella lotta al Cartello.

Sony - Sono state moltissime le novità presentate, a partire da The Last Guardian, titolo che da anni fa parlare di sé a causa delle continue conferme e smentite sul suo sviluppo. Il successore spirituale di Ico e Shadow Of The Colossus viene introdotto con una sessione in-game in cui il protagonista viene aiutato dal guardiano Toriko, una sorta di grifone dal muso di topo. Si prosegue con una demo suggestiva di Horizon: Zero Dawn, che ci porterà in un futuro post-apocalittico in cui la società umana è tornata ai propri albori, in cui la protagonista si trova a combattere contro giganteschi animali cibernetici, armata solo di arco e frecce. L’hardware next-gen viene poi messo a dura prova dall’universo procedurale di No Man’s Sky, sand-box game in cui il mondo di gioco è grande virtualmente quanto un universo: si parla di 18 quintilioni di pianeti esplorabili, ognuno dei quali possederà flora e fauna propria. Ma la vera novità, quella che infiamma il pubblico, è l’annuncio del remake di Final Fantasy VII per next-gen, sicuramente il capitolo più amato dai videogiocatori. Infine vengono presentati il visore per la realtà aumentata Morpheus e diversi titoli annessi, i gameplay di Black Ops III, Star Wars: Battlefront, stavolta con una missione su Tatooine, ed una demo di Uncharted 4: A Thief’s End.

Nintendo - Si inizia subito con la presentazione di Mario Bros Maker, in cui il design e struttura dei livelli sarà interamente affidata all’immaginazione dei videogiocatori da condividere poi con la community. I giocatori vengono poi incoraggiati a condividere i propri video sul sito LetsSuperMario.com per il 30° anniversario del franchise. Si prosegue poi con ulteriori notizie sui nuovi capitoli di Star Fox Zero e Skylanders. Si prosegue poi con la presentazione di nuovi titoli per nintendo 3Ds, tra cui The Legend Of Zelda: Tri Force Heroes ed il nuovo Metroid Prime, entrambi da giocare in multi giocatore.

Square Enix - Si parte subito in quarta, con un nuovo filmato di Just Cause 3, in cui ancora una volta si vestiranno i panni dell’agente infiltrato Rico Rodriguez, il cui compito sarà rovesciare una dittatura diffondendo caos e distruzione. il momento clou arriva però con Shinji Hashimoto, a cui è affidato il compito di diffondere nuove informazioni sul remake di Final Fantasy VII (il pubblico si infiamma nuovamente), oltre che, finalmente, notizie del latitante Kingdom Hearts 3, atteso dai fan ormai da 10 anni, presentato con un nuovissimo video che presenta nuovi aspetti della trama, oltre che minuti di frenetico gameplay. La conferenza si chiude poi con la presentazione di un trailer in-game di Deus Ex:Mankind Divided, in cui il nuovo motore grafico Dawn Engine viene mostrato in tutto il suo splendore, oltre che alcuni nuovissimi poteri del redivivo Adam Jensen, sulle tracce di un’organizzazione terroristica di cyborg, e niente meno che gli Illuminati.

Con tutti questi nuovi titoli, attesi e non, si è messa davvero tantissima carne sul fuoco, come non si faceva da anni, abbastanza da convincere e tenere occupati anche i videogiocatori più voraci ed esigenti. Verrebbe da chiedersi se non ci troviamo in un periodo d’oro per il settore videoludico che, a differenza di tante malelingue ed insoddisfatti, oggi sembra al massimo del suo splendore.

Pubblicato in Tecnologia

Fotonews

Quentin Tarantino alla Festa del Cinema di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI