Sicilia alla ricerca di esperti di Facebook: critiche per il governo Crocetta

Sicilia alla ricerca di esperti di Facebook: critiche per il governo Crocetta
Esperti in social network e social media: con un avviso pubblico la Regione Sicilia ha avviato nelle settimane scorse la ricerca di “short list” per l’assunzione di figure professionali che hanno dimestichezza con Twitter, Facebook e altri social media.

La ricerca di tali esperti si è resa necessaria dopo un atto di interpello “interno” che non ha visto nessuno dei circa 16 mila impiegati regionali avere le caratteristiche richieste per attuare il cosiddetto “Piano Giovani” da cento milioni di euro di fondi europei per un totale di 452 milioni in cinque anni.

Sì, perché come afferma l’assessore del Pd, dei 16 mila dipendenti regionali è stata solo recapitata una sola richiesta e pure in ritardo.

Ed allora ecco che l’assessore alla Formazione del governo guidato da Rosario Crocetta, Nelli Scilabra, ha ben pensato di estendere la ricerca dei curricula anche all’esterno fra i migliaia di giovani siciliani in cerca di occupazione.

Una strategia contestata da molti, primi fra tutti i sindacalisti della Cgil che pensano addirittura ad un bando “pilotato”, che ha però prodotto circa 3 mila domande che ora passeranno al vaglio di un’attenta disamina per collocare gli esperti “Facebook” in Regione.

Critiche dunque respinte: “Superata la campagna elettorale, - afferma Nelli Scilabra - andremo avanti perché il “piano” s’ha da fare. Non è colpa mia se non esistono competenze specifiche fra gli impiegati. D’altronde, tutti i programmi comunitari prevedono l’utilizzo di fondi per la comunicazione. E in Sicilia per anni sono diventati terra di conquista, occasione di “manciugghia”, di “magna magna”, come dice Crocetta. Noi abbiamo invece ridotto tutto a un milione e mezzo di euro. Per pagare una ventina di esperti. Ma per soli dodici mesi, come precisato nel bando. Senza costruire nuovi precari. E senza rivolgerci a grandi e fittizie società. Individuando solo le figure che ci servono per una prestazione d’opera. Era meglio quando vincevano le mega-società di Giacchetto? Mi attaccano perché sanno che abbiamo messo una pietra sul quel sistema”.

La scelta dell’assessore Scilabra lascia comunque l'alone di mistero dei ben 16 mila dipendenti dei quali nessuno risulta essere all’altezza del ruolo.

Francescochristian Schembri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato in Tecnologia
Francescochristian Schembri

Nato ad Agrigento dove vive e risiede, è giornalista pubblicista dal 2012. Ha collaborato con testate nazionali e locali e si occupa principalmente di tematiche politico-economiche. Laureando in giurisprudenza, ha maturato esperienze politico amministrative nel settore ambientale e delle politiche universitarie. Appassionato di studi storici, ha come hobby la lettura in ambito filosofico e storico. 

Fotonews

La Pellicola d'Oro 2022