VIDEO - June, direttamente dall’America arriva lo “smart forno”

VIDEO - June, direttamente dall’America arriva lo “smart forno”
Un forno dal cuore tecnologico. Nei mesi estivi, direttamente dagli Stati Uniti d’America, arriva June.

Di primo impatto può risultare un normale dispositivo elettrico, ma al suo interno vigono le regole delle nuove tecnologie. Una fotocamera Full HD, la connessione wi-fi e un’applicazione per tenere sotto controllo la cottura degli alimenti a distanza, pronti poi per essere serviti a tavola.
La fotocamera interna, oltre ad avere funzionalità sulla distanza dall’utensile, con l’uso di alcuni algoritmi perfettamente calcolati, identifica cosa si è messo a cuocere e grazie anche ad una bilancia integrata suggerisce, per chi ne avesse bisogno, temperatura e tempi di cottura in base ai gusti di chi ne usufruirà.
Per non parlare delle innumerevoli foto che si possono scattare in tempo reale, e condividerle con gli amici dei vari sociale network, moda al quanto strana ma che sta prendendo sempre più piede prima di ogni pasto giornaliero.
Per quanto riguarda la app, essa consente di vedere come procede la cottura e quindi funzionare soprattutto a distanza mentre si stanno svolgendo altre faccende di casa, così da decidere se interrompere il processo o prolungarlo.
Infine, tappa più importante, quando il pasto è pronto, arriva una notifica di avviso sul proprio smartphone e la cena o il pranzo è servito. Il forno è stato creato da una startup californiana, che non lo venderà a buon mercato: 1.500 dollari se si preordina entro il 10 luglio, 3mila dollari dopo il lancio ufficiale.

{media load=media,id=158,width=400,display=link,list_item_heading=4}

Pubblicato in Tecnologia
Davide Garritano

Speaker radiofonico e redattore sportivo. Conduce un programma musicale nella web radio, “Radio FinestrAperta”. Ha scritto per il blog d’informazione “Tribuna Italia” e per la testata giornalistica “Roma che verrà”. Il suo motto è : “Perde solamente colui che nella vittoria non hai mai creduto”.

Fotonews

Green pass, in migliaia a Roma contro l'obbligo

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI