XXIII Settimana della cultura scientifica e tecnologica

Dal lunedì 21 a venerdì 25 ottobre sette istituti di Roma e provincia saranno coinvolti nel programma “Scuole in scienza”, l’iniziativa organizzata dall’Ufficio stampa del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) in occasione della “XXIII Settimana della cultura scientifica e tecnologica”  promossa dal Ministero dell’Istruzione, università e ricerca (Miur).

Scuole-in-scienza

Dal lunedì 21 a venerdì 25 ottobre sette istituti di Roma e provincia saranno coinvolti nel programma “Scuole in scienza”, l’iniziativa organizzata dall’Ufficio stampa del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) in occasione della “XXIII Settimana della cultura scientifica e tecnologica”  promossa dal Ministero dell’Istruzione, università e ricerca (Miur). Le scuole di Roma e provincia coinvolte con incontri, conferenze interattive, proiezioni e spettacoli sono: il Laboratorio teatrale e di ripresa video, Cnr - Biblioteca “G. Marconi”, Piazzale Aldo Moro, 7 (22 ottobre alle 15); l’Istituto Comprensivo “Parco della Vittoria”, Via Col di Lana (23 ottobre alle 10.30); il Liceo Ginnasio Statale “Torquato Tasso”, Via Sicilia, 168 (23 ottobre alle 15); il Liceo Ginnasio Statale “Giulio Cesare”, Corso Trieste, 48 (24 ottobre alle 10); l’Istituto Paritario “Highlands Institute”, Viale della Scultura, 15 (24 ottobre alle 15); il Liceo Scientifico “Giovanni Battista Morgagni”, Via Fonteiana, 125 (25 ottobre alle 10.30) e il Liceo Ginnasio Statale Linguistico “Immanuel Kant” Piazza Zambeccari, 19 (25 ottobre alle 15) alle quali si aggiunge il Liceo Scientifico “Giuseppe Peano” di Monterotondo (21 ottobre alle 15) che apre la settimana con la presentazione del programma a studenti e insegnanti delle scuole coinvolte. Ospiti d’eccezione, il vice Presidente di AltaRoma Valeria Mangani e il linguista Francesco Sabatini.

Gli argomenti che saranno trattati nel corso degli incontri spazieranno “dall’AltaModa ‘eco-etico-sostenibile’ a un arcobaleno di tessuti da percepire con i sensi. Dalla piazza del mercato alla scenografia naturale della commedia dell’arte. Parole che vanno, parole che vengono: la lingua italiana fra ‘neologismi, dialetti, sonorità e ritmo’. Un salto nella scienza rinascimentale per scoprire la robotica e la roboetica. Partire dalla mela selvatica per apprezzare i benefici della buona tavola napoletana. E infine, ascoltare alcuni passi di ‘Ferite a morte’ di Serena Dandini e Maura Misiti, dalle voci di studenti e studentesse”.

Si parlerà di scienza attraverso le storiche maschere della “Commedia dell’arte”: Balanzone, Arlecchino, Pantalone, Colombina, Capitano, Pulcinella e Flaminia. Ogni scuola, con il contributo dei ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche e di esperti del settore, affronterà, tramite una maschera, gli argomenti di carattere scientifico in programma, cercando di stabilire collegamenti tra scienze umane, naturali, matematiche e tecnologia.

Con il regista teatrale e cinematografico Rocco Mortelliti, “Scuole in scienza” comprenderà anche il concorso teatrale “Attori per caso”. Ogni Istituto preparerà una breve rappresentazione sulla propria maschera: i sette progetti-studio andranno poi a formare uno spettacolo finale che sarà allestito, in concomitanza delle feste di “Carnevale 2014”, in un teatro della Capitale, mentre una giuria di esperti premierà l’opera migliore e una popolare assegnerà su Facebook il riconoscimento a “La meglio compagnia”.

A lanciare alla stampa le iniziative della Settimana saranno gli stessi studenti che hanno partecipato al Laboratorio di scrittura giornalistica, grazie al supporto formativo del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, del Gruppo unitario uffici stampa (Gus) e dell’Ufficio stampa del Cnr.

Alberto Esposito

Pubblicato in Tecnologia

Fotonews

ROM-E festival diffuso della mobilità smart e green

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI