Annullata la cerimonia di premiazione del Premio “Giornali e giornalismi nelle scuole 2020”. I riconoscimenti saranno inviati alle scuole vincitrici

Annullata la cerimonia di premiazione del Premio “Giornali e giornalismi nelle scuole 2020”. I riconoscimenti saranno inviati alle scuole vincitrici
Non sarà annullata, nonostante l’emergenza sanitaria che ha bloccato a casa l’Italia intera, l’edizione 2020 del concorso nazionale del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti “Giornali e giornalismi nelle scuole” - istituito 17 anni fa come strumento di arricchimento comunicativo e di modernizzazione del linguaggio degli studenti, per avvicinarli al mondo dell’informazione in genere stimolando la loro creatività e la loro voglia di sapere - che doveva concludersi, come le precedenti edizioni, a Cesena con la  cerimonia di consegna dei riconoscimenti e con il “Forum degli studenti” delle scuole che hanno aderito all’iniziativa.

Nell’esprimere le più sentite espressioni di riconoscenza a tutti i ragazzi che si sono attivati per partecipare e a tutti gli insegnanti che li hanno sostenuti nell’impresa, il Presidente nazionale del Cnog Carlo Verna, ha sottolineato il successo di questa diciassettesima edizione, alla quale hanno partecipato oltre 500 scuole di tutta Italia con l’invio di bellissimi elaborati, ai quali saranno assegnati i riconoscimenti che l’iniziativa merita. 

Si tratta, peraltro, di una straordinaria produzione scolastica, nell’ambito della quale ogni singolo giornale, ogni periodico, ogni radiogiornale o telegiornale, ogni pubblicazione online elaborata dai ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori,  rappresenta la traccia fondamentale per un più stretto rapporto tra scuola e informazione. Uno strumento di arricchimento comunicativo e di modernizzazione del linguaggio concepito proprio per valorizzare l’attività di informazione quale occasione di maturazione di una coscienza civile.

Nel momento in cui sono scattate le misure di contenimento della diffusione del Covid-19, che ha richiesto per tutti l’osservanza di rigide regole di lockdown, il gruppo di lavoro dei giornalisti chiamati a valutare gli elaborati inviati al Cnog dalle scuole, aveva praticamente già concluso il proprio compito. Stabilite anche le date in cui, tradizionalmente, vengono consegnati i riconoscimenti che da alcuni anni si assegnano entro la fine del mese di aprile.  

Già confermata la partecipazione di importanti direttori di giornali e dei vertici del Consiglio Nazionale dei Giornalisti che con entusiasmo si sarebbero confrontati anche quest’anno con i ragazzi, almeno 700,  in arrivo da tutte le regioni d’Italia accompagnati dai loro insegnanti.

Il lockdown e la chiusura anticipata delle scuole, però, almeno per quest’anno, impediscono che il programma dell’incontro venga rispettato. Ma non sarà un’edizione senza riconoscimenti, che saranno comunque consegnati alle testate (cartacee, online, video, audio) che più di altre hanno onorato lo spirito del concorso. Sul sito del Cnog sarà, a breve, pubblicato l’elenco delle scuole vincitrici che riceveranno i diplomi per posta ordinaria. Si tratta, come prevede il regolamento, di 25 scuole per ogni ordine (scuole elementari, medie e superiori) per un totale di 75 premi.

Pubblicato in Varie
Alberto Esposito

Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei Pubblicisti del Lazio da Marzo 2004.
Si occupa di montaggio, postproduzione, dirette televisive, registrazioni in studio, editing audio e video.
Collabora ed ha collaborato con diversi quotidiani tra cui Italia Sera, La voce e Il Romanista

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI