Convegno a Roma alla “Dante Alighieri” su “Chiesa, fascismo ed ebrei: la svolta del 1938”

Galleria del Primaticcio in Palazzo Firenze Galleria del Primaticcio in Palazzo Firenze
A ottant'anni dalle leggi razziste del fascismo la Società Dante Alighieri, in collaborazione con l’Università Cattolica di Milano e l’Università per Stranieri di Perugia, ha organizzato a Roma il convegno internazionale “Chiesa, fascismo ed ebrei: la svolta del 1938” che si svolgerà nella Galleria del Primaticcio di Palazzo Firenze, sede centrale della Dante Alighieri (Piazza di Firenze, 27). 

Il tema del rapporto tra la Chiesa cattolica e il regime di Mussolini, seppure indagato dagli storici in molti suoi aspetti, lascia ancora aperta alla riflessione la questione dell’atteggiamento cattolico di fronte all'antisemitismo e al razzismo fascista. Sono ancora da mettere a fuoco i motivi per cui gran parte della popolazione italiana rimase indifferente di fronte alla sorte degli ebrei perseguitati, perché l’opinione pubblica cattolica non espresse condanne esplicite delle leggi del 1938, quali furono le posizioni dell’episcopato italiano e come la Chiesa, nelle sue molte articolazioni, reagì alla svolta antisemita del fascismo e all'adozione di politiche razziali.

Il convegno, che vedrà tra gli altri la partecipazione del Card. Gualtiero Bassetti, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana e di Noemi Di Segni, Presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, sarà aperto da una relazione introduttiva del prof. Andrea Riccardi, Presidente della Società Dante Alighieri, alla quale seguiranno, nelle tre sessioni in programma (la prima nel pomeriggio di lunedì 19 novembre dalle 16,30, la seconda e la terza, martedì 20 rispettivamente dalle 9,30 dalle 15,30) diverse relazioni di storici italiani ed europei.

In particolare, dopo i saluti del Card. Gualtiero Bassetti, i lavori di lunedì, moderati da Marco Impagnliazzo, saranno incentrati sugli interventi di Andrea Riccardi (La Chiesa e il 1938); di Gadi Luzzatto Voghera (Gli Ebrei e la Chiesa); di Lucia Ceci (La Chiesa di Pio XI e il razzismo coloniale in Africa); Philippe Chenaux (Un Sillabo contro l’eresia nazional-socialista).

Martedì mattina, dopo il saluto di Noemi di Segni, Roberto Morozzo della Rocca modererà gli interventi di Paolo Borruso (I missionari e l’alterità africana); di Gabriele Rigano (Fascismo anticristiano?); Peter Rohrbacher (Il dibattito sulla razza nella Curia Romana. Nuove ricerche sull’enciclica mancata contro il razzismo); di Raffaella Perin (Pio XI, l’antisemitismo e le leggi razziali) e di Alessandro Bellino ( Pacelli, il nazismo e gli ebrei).

Martedì pomeriggio, moderati da Adriano Roccucci, saranno illustrati gli interrventi di Simon Levis Sullam (Conversione e antisemitismo cattolico nell’Ottocento); di Nina Valbousquet (Cattolicesimo integrista e antisemitismo); di Valerio De Cesaris (I cattolici italiani e le leggi razziali); di Gianni La Bella (La Civiltà Cattolica e i gesuiti italiani) e di Alessandro Persico (I vescovi lombardi e gli ebrei).  A chiusura, Agostino Giovagnoli trarrà le conclusioni dei lavori. (nella foto la Galleria del Primaticcio).

Pubblicato in Varie
Alberto Esposito

Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei Pubblicisti del Lazio da Marzo 2004.
Si occupa di montaggio, postproduzione, dirette televisive, registrazioni in studio, editing audio e video.
Collabora ed ha collaborato con diversi quotidiani tra cui Italia Sera, La voce e Il Romanista

Fotonews

ANA presenta I musei di Roma

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI