Decameron in 100 tweet

I 700 anni dalla nascita di Giovanni Boccaccio sono stati celebrati dalla Società Dante Alighieri in un modo certamente inusuale, ma al passo con i tempi delle piattaforme virtuali, attraverso il concorso “Decameron in 100 tweet”. 

deca

I 700 anni dalla nascita di Giovanni Boccaccio sono stati celebrati dalla Società Dante Alighieri in un modo certamente inusuale, ma al passo con i tempi delle piattaforme virtuali, attraverso il concorso “Decameron in 100 tweet”. Il concorso, nato da un progetto di Massimo Arcangeli, direttore editoriale di “madrelingua” con il coordinamento linguistico di Valeria Noli, invitava a riscrivere l’opera di Boccaccio in “100 twoosh” (tweet perfetti di 140 caratteri esatti, spazi inclusi), due per ogni novella, uno narrativo e uno in metrica. Il concorso, che ha preso il via lo scorso 1 agosto, si è concluso l’8 novembre con l’invio complessivo di circa 2000 versioni.

Lo spirito del progetto, giocoso, ma scientificamente accurato, è stato pienamente rispettato dai concorrenti che, per fare una buona sintesi delle novelle, hanno dovuto leggerle con attenzione, perché 140 caratteri sono davvero pochi. Molti partecipanti hanno dato prova di grande creatività e alcuni di loro hanno partecipato quasi quotidianamente. “Abbiamo dunque raggiunto il nostro primo obiettivo, scrivono i curatori del progetto: creare una comunità vivace, capace di alimentare il dibattito sui temi più centrali per la Società Dante Alighieri e per madrelingua".

Sabato 16 novembre, con inizio alle ore 11, le migliori sintesi proposte dai partecipanti nell'arco dei 100 giorni saranno premiate nel Palazzo Pretorio del Comune di Certaldo nel corso di una cerimonia, patrocinata dal Comune, organizzata in collaborazione con il Premio Letterario Giovanni Boccaccio. I primi 10 “novellatori” riceveranno un dizionario Devoto-Oli, alcuni libri e una tessera “Dante” 2014.

Dopo la premiazione, alle 12, la compagnia Sidera Teatro porterà in scena un Omaggio a Boccaccio che reinterpreta la poetica boccacciana attraverso maschere ispirate alla Commedia dell'Arte, capaci di dar vita a rappresentazioni degli zanni del nostro tempo. Elemento fondamentale sarà la musica dal vivo in scena, secondo una ricerca che si rifà alla tradizione.

Il Decameron in 100 tweet, inserito tra i progetti dell'Anno Boccaccio 2013, prosegue ancora su Facebook grazie a un accordo tra la “Dante” e Franco Cosimo Panini Editore. La rivista d’arte FoliaMagazine.it pubblicherà ancora ogni sera, fino al 18 dicembre, i twoosh scritti dalla redazione di “madrelingua” (Andrea Ciarlariello, Giacomo Levi, Amedeo Longobardi e Valeria Noli) abbinati a preziose miniature di un Decameron del XV secolo, per la rubrica “La novella della buonanotte”.

Alberto Esposito

Pubblicato in Varie

Fotonews

Carlo Verdone sul Red Carpet di RomaFF

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI