Franco Ferrarotti compie 90 anni

Franco Ferrarotti Franco Ferrarotti
Il professor Franco Ferrarotti il 7 aprile 2016 ha compiuto novant’anni.

Nato a Palazzolo Vercellese (VC) nel 1926, si laurea in Filosofia all'Università di Torino nel 1949, con una tesi su “La sociologia di Thorstein Veblen”. Insieme al maestro ed amico Nicola Abbagnano (1901 - 1990), nel ‘52 fonda i "Quaderni di Sociologia", ai quali, quindici anni dopo (nel ’67), darà un seguito fondando anche la rivista "La critica sociologica", che ancora oggi dirige.

È stato fra i principali collaboratori del noto e "illuminato" imprenditore eporediese Adriano Olivetti (1901 - 1960) per circa dodici anni - dal ’48 fino alla morte di Olivetti -e, in rappresentanza del Movimento Comunità, deputato indipendente al Parlamento per la III Legislatura (1959-1963) della Repubblica Italiana - subentrò in Parlamento a Adriano Olivetti in seguito alle sue dimissioni -. Dal ‘57 al ‘62 è direttore della Divisione dei fattori sociali nell'O.E.C.E. - poi divenuta O.C.S.E. - a Parigi.

Nel ‘61, dopo aver vinto il primo concorso bandito in Italia per tale disciplina, ottiene la prima cattedra di Sociologia in Italia, all’Università di Roma “La Sapienza” - cattedra che conserverà fino al 2001 - e pertanto è oggi considerato il decano della Sociologia italiana. Nel ‘62 contribuisce all'istituzione della facoltà di Sociologia dell'Università di Trento, città in cui avrà la sua seconda cattedra.

Nel ‘65 è  Fellow del “Center for the Advanced Study in the Behavioral Sciences” a Palo Alto, in California, e, negli anni successivi, sarà “Visiting Professor” in numerose Università europee, nordamericane, russe, giapponesi e sudamericane.

Nel ‘78 viene nominato “Directeur d'Etudes” alla Maison des Sciences de l'Homme di Parigi. Da allora è anche membro della New York Academy of Sciences. Da sempre particolarmente attento ai movimenti sociali e alle difficoltà della società industriale, è convinto divulgatore dell'applicazione di una metodologia di tipo qualitativo in ambito sociologico.

Negli anni Cinquanta e Sessanta svolge numerose ricerche sul sindacalismo, la trasformazione del lavoro, le comunità, e la sociologia urbana. In quegli anni studia anche il caso romano in relazione ai temi della nuova emarginazione.

Intellettuale poliedrico e instancabile, oltre ad essere stato fra i pionieri della istituzionalizzazione e dell'affermazione della sociologia in Italia, nel corso della sua lunga e prolifica carriera - impossibile ricordare qui i suoi numerosi libri, le decine di saggi, e le centinaia di articoli e interventi scritti dall’inizio degli anni Cinquanta in poi - ha ricevuto vari premi e riconoscimenti, fra cui ricordiamo nel 2001, quello dell'Accademia dei Lincei.

Nel 2014 gli viene riconosciuto il rango di “filomate" dalla Philomates Association, di cui diventa socio onorario. Attualmente è professore emerito dell’Università di Roma “La Sapienza”, coordinatore del Dottorato in Teoria e Ricerca Sociale dello stesso ateneo, e socio onorario dell'associazione “Libera Uscita", che combatte per la depenalizzazione dell’eutanasia.

Pubblicato in Varie

Classe 1986, storico del cinema e giornalista pubblicista, appassionato di courtroom dramas, noir, gialli e western da oltre quindici anni, ha lavorato come battitore e segretario di produzione per un documentario su Pier Paolo Pasolini. Dopo un master in Editoria e Giornalismo, ha collaborato con il Saggiatore e con la Dino Audino Editore. Attualmente lavora come redattore freelance, promotore di eventi culturali e collaboratore alle vendite in occasione di presentazioni, incontri, dibattiti e fiere librarie.

Fotonews

Quentin Tarantino alla Festa del Cinema di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI