Giulia Pont si aggiudica la seconda edizione di "UNO - Festival di Monologhi"

 E’ il monologo “Ti lascio perché ho finito l’ossitocina”  di e con Giulia Pont ad aggiudicarsi al Teatro del Romito di Firenze la seconda edizione di UNO Festival di Monologhi organizzato da Contaminazioni Teatrali.

 uno-contea-giulia-pont

E’ il monologo “Ti lascio perché ho finito l’ossitocina”  di e con Giulia Pont (foto) ad aggiudicarsi al Teatro del Romito di Firenze la seconda edizione di UNO Festival di Monologhi organizzato da Contaminazioni Teatrali. Il personaggio comico dell’attrice che dimentica il suo pezzo e trasforma la serata in una seduta psicanalitica con la collaborazione del pubblico, ha ottenuto il consenso degli spettatori e della Giuria, presieduta dalla cantante fiorentina Irene Grandi e composta dai giornalisti teatrali Tommaso Chimenti, Gabriele Rizza e Gherardo Vitali Rosati, dal direttore artistico del Teatro Lumiere di Firenze Marco Predieri e da Enrico Falaschi direttore della casa editrice Titivillus.
Il secondo posto è andato al tenero e buffo personaggio di Carla, interpretato dalla bravissima Dalila Cozzolino, testimone inascoltata del rapimento della nazionale italiana di calcio in un piccolo paesino calabrese dominato dalla ‘ndrangheta , in “L’Italia s’è desta” di Rosario Mastrota.
 A completare un podio completamente femminile Marcella Favilla con l’intensa madre protagonista de “ La Pescivendola” di Roberto Cavosi.
Gli altri finalisti erano Raffaele Bruno con “ Il rosso e il rosa” commovente vigilia di Natale di un killer che deve ammazzare un boss, Daniele Parisi con il suo burino  “Spartaco figlio di madre ignota” e Filippo Catelani, interprete del narcolettico Angelo, raccattapalle di un torneo di tennis, innamorato della farmacista del paese in “ Scattante, veloce, immobile” di Giacomo Quinti.
Le due prime classificate vincono una serata con incasso completamente a loro favore, nel corso della prossima stagione del Teatro del Romito diretto da Silvia Rizzo, sala  che si sta velocemente ritagliando un suo spazio sempre più ampio nell’offerta teatrale della città di Firenze
Nel corso della serata è stato inoltre assegnato ad Irene Canale il premio offerto dalla Casa editrice  Titivillus per il miglior testo originale, ottenuto da “ Due di due” per “ l’avere raccontato con delicatezza ed una scrittura quotidiana ma mai banale la storia di una separazione di due gemelle “.
Le domande di partecipazione alla seconda edizione erano state quasi 150 e provenivano da tutta Italia.
Il bando della terza edizione a settembre su http://www.contaminazioniteatrali.it/uno/

Pubblicato in Varie
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti

Fotonews

Premio Socrate 2022
Informativa

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.