I cloni del sesso, le sex dolls

I cloni del sesso, le sex dolls
Altro che bambole gonfiabili, le sex dolls di oggi diventano sempre più realistiche, al punto che possono essere dotate di movimento, parola e persino personalità.

A San Marcos, in California, i tecnici della RealDoll assemblano manichini a grandezza naturale in silicone iper-realistici, con le unghie, le vene e i genitali utilizzabili, e uno scheletro articolato capace di assumere le diverse posizioni del corpo umano. “Sono disponibili varie tipologie di bambola, ma quella bionda, alta con gli occhi azzurri e i grandi seni è il modello più richiesto”, fanno sapere dalla società.

I rivenditori sostengono che questa nuova gamma di bambole, a base di silicone di alta qualità, molto soffici e dotate di ogni comfort per soddisfare il compratore più esigente, siano così realistiche da rendere molto difficile distinguerle da una donna in carne e ossa, anzi addirittura più belle delle donne vere e che chi ne acquisterà un esemplare non avrà più voglia di una vera fidanzata.

Il prezzo parte dai 4 mila dollari ma c’è chi è pronto a pagarne fino a 70 mila per una bambola personalizzata, magari la copia di una donna esistente che loro conoscono, scegliendone le forme del corpo, il colore della pelle, le dimensioni del seno, l’aspetto e il colore dei capelli, e tutto il necessario per aggiungere realismo.

Inoltre queste nuove bambole robotiche del sesso, risultato di più tecnologie e software sofisticatissimi, hanno anche una vera e propria “intelligenza artificiale” che le rende capaci di sorridere e dare un caloroso benvenuto, divertire con una simpatica conversazione e ovviamente essere sempre disponibili per il sesso.

Un’applicazione permette all’utente di scegliere anche se avere vicino una compagna lunatica, arrabbiata o amorevole, oppure una compagna gelosa che può arrivare a chiedere al partner - come nella realtà - di “rimuovere una persona dai contatti di Facebook”.

Per par condicio segnaliamo che sono disponibili anche manichini di sesso maschile, pronti a soddisfare le fantasie sessuali femminili, che tuttavia rappresentano solo il 10% del mercato.

Pubblicato in Varie

Fotonews

Calenda e Renzi chiudono la campagna elettorale