Il cinico e il sognatore di Gaetano Borrelli

Sarà presentato giovedì 14 novembre presso la Biblioteca Carlo Floris di Roma il nuovo libro di Gaetano Borelli "Il cinico e il sognatore". 

borelli

Sarà presentato giovedì 14 novembre presso la Biblioteca Carlo Floris di Roma il nuovo libro di Gaetano Borelli "Il cinico e il sognatore". 

Questo libro parte da un presupposto molto semplice: i nati a metà degli anni cinquanta sono una generazione “di mezzo”. troppo giovani per vivere il sessantotto, troppo vecchi per il settantotto e dintorni. eppure hanno vissuto in un tempo difficile attraversato dal terrorismo, da tangentopoli, dal compromesso storico, dal craxismo, dal berlusconismo e dal montismo. cosa vuole dire essere un cinico o un sognatore?

Vuol dire avere due visioni differenti del mondo e delle cose che nel mondo avvengono.
Vuol dire credere che la politica serve a migliorare le cose o essere certi, al contrario, che ci ha rovinato la vita. Vuol dire credere che l’amore ci salverà, o al contrario, che ci normalizzerà. Vuol dire credere che educare i figli all’onestà deve essere un precetto morale, o al contrario credere che l’onestà è un qualcosa da evitare.
Vuol dire più leggi, più capisci, più sei felice, oppure, più leggi, più capisci, più soffri. Questo libro pone un quesito antico che riguarda l’essere, il sognatore, e l’avere, il cinico. Ma siamo certi che non si possa essere cinici o sognatori allo stesso tempo o magari allo stesso momento o a seconda del caso? se questo è possibile l’autore non lo sa o forse non lo vuole dire, magari perché non ne è certo.
Forse sarà meglio che ognuno decida da sé: il tempo dei cattivi maestri è alle spalle, ormai (o purtroppo)!

Gaetano Borrelli (Napoli 1956), è un sociologo che si occupa di ambiente ed energia damolti anni. Ha pubblicato molte cose che riguardano il suo ambito di lavoro ed è la primavolta che pubblica qualcosa che non riguarda l’energia e l’ambiente. Forse perché sentiva il bisogno di “cambiare ambito disciplinare” o forse perché voleva cimentarsi in un generenuovo o forse perché “voleva cambiare aria”.

Pietro Folena (Padova 1957), è stato dirigente politico della Fgci, del Pci fino ai Ds, ed è stato deputato al Parlamento. Durante la sua Presidenza della commissione cultura dellacamera ha maturato alcuni convincimenti sullo stato della cultura che, sono alla base dellanascita di Metamorfosi, fondata con Vittorio Faustini nel 2009.

Pubblicato in Varie

Fotonews

Carlo Verdone sul Red Carpet di RomaFF

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI