Il futuro della sinistra? Parte da Cortina.

  Un Pala Infiniti gremito di persone ha accolto ieri uno degli appuntamenti più attesi di “Cortina InConTra” 2009. “Svolta  bbligatoria” il titolo del dibattito che ha visto sul palco il segretario del Pd, Dario Franceschini, insieme all’ex presidente della Camera Fausto Bertinotti.

 

27 LUGLIO - Un Pala Infiniti gremito di persone ha accolto ieri uno degli appuntamenti più attesi di “Cortina InConTra” 2009. “Svolta  bbligatoria” il titolo del dibattito che ha visto sul palco il segretario del Pd, Dario Franceschini, insieme all’ex presidente della Camera Fausto Bertinotti. Seduta in prima fila nel pubblico, Deborah Serracchiani, il volto più giovane del Pd e – come alcuni vorrebbero – il futuro leader sella sinistra. Il dibattito parte dai temi più stringenti di attualità: il futuro del Pd, l’Afghanistan, la crisi. Per costruire il Partito democratico, per compiere la svolta necessaria alla sinistra "occorre dare vita a una nuova alleanza senza ricadere nell'errore delle coalizioni di centrosinistra precedenti" ha detto Franceschini.

Cortina Incontra - 26 Luglio 2009 - Dario Franceschini - Foto Marino Paoloni © AgrPressInsomma, l’antiberlusconismo non può più essere il collante di una sinistra pericolante. Con quello - ha sottolineato Franceschini - magari si possono anche vincere le elezioni ma poi non si governa, come e' successo nella precedente legislatura". Secondo il segretario del Pd infatti occorre  un'alleanza che sulla base di una reale condivisione programmatica, se vince le elezioni poi possa governare". Il riformismo, "dalla caduta del muro di Berlino in poi non ha un suo disegno politico. Presenta solo delle correzioni al modello sociale proposto dalla destra. Noi invece dobbiamo costruirne uno nuovo, una nuova visione del mondo che appartenga alla nostra parte politica, al riformismo progressista”. Sulla crisi, " in autunno si fara' sentire in modo drammatico e impattera' su tutte le categorie sociali. E non si puo' trasformare in un fatto psicologico come tenta di fare Berlusconi. Tant'e' che nel cosiddetto decreto anticrisi del governo non c'e' nulla per affrontare questo grave problema". E noi siamo convinti - ha sottolineato Franceschini - che il tema degli ammortizzatori sociali abbia una urgenza drammatica. Arrivo a dire che il Welfare deve essere allargato a tutte le categorie in difficolta', deve diventare universale". Più ampia l’analisi di Fausto Bertinotti. “In Italia manca il merito, manca una premialità del talento” ha detto l’ex presidente della Camera. E non è vero che il vecchio partito comunista non premiasse  i meriti individuali, anzi”. Due voci apparentemente concordanti, insomma. Tranne sul finale, quando si è parlato di Afghanistan: “voteremo sì alla rimanenza delle nostre truppe” ha detto Franceschini. Se fossi ancora in Parlamento, voterei certamente no” ha concluso  ertinotti. Insomma, un botta e risposta sul filo di lana (non di cachemire) tra le due sinistre, a cui si aggiungerà il 17 agosto la voce di Deborah Serracchiani.

 

Foto Marino Paoloni - Agrpress

 

 

Cortina Incontra - 26 Luglio 2009 -  Fausto Bertinotti

Fausto Bertinotti - Ph M. Paoloni © 2009 Agrpress

 

 

 

 

DSC_6868

Franceschini, Cisnetto e Bertinotti - Ph M. Paoloni © 2009 Agrpress

 

 

 

 

 

Pubblicato in Varie

Fotonews

ANA presenta I musei di Roma

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI