Kidexpo 2014: perché crescere sia un gioco da ragazzi

Kidexpo 2014: perché crescere sia un gioco da ragazzi
Il calendario scolastico francese, si sà, è diverso da quello italiano. Da anni per i piccoli parigini durante le “vacanze di Ognisanti” c’è un appuntamento imperdibile. È Kidexpo, che si tiene dal 23 al lunedì 27 ottobre, alla fiera della Porta di Versailles.

Creato nel 2007, la manifestazione accoglie ogni anno circa  150.000 visitatori e nel tempo ha dato vita al label “approvato dalle famiglie” attribuito da una giuria di famiglie ai migliori prodotti e servizi dedicati ai bambini.

Kidexpo è un evento dedicato ai giovanissimi ma anche ai più grandi. È un’occasione unica per fornire delle idee e soluzioni ai genitori attenti alla vita dei loro figli, su diversi aspetti quotidiani: dall’educazione allo sport, dalla salute alle vacanze. Un’ ampia scelta di seminari gratuiti pedagogici e ludici offrono un momento privilegiato di relax e di condivisione in famiglia, grazie ai 300 espositori presenti. E non solo. Alcuni atleti della nazionale di nuoto francese sono in acqua - in un bacino costruito appositamente - per alcuni stages con i futuri “campioni” o comunque con molti bambini che attraverso lo sport imparano a conoscersi e a relazionarsi con gli altri. Chi invece preferisce l’equitazione, lo skateboad, il monopattino o altre discipline troverà il suo spazio.

E dopo tanta attività fisica, una meritata merenda con diversi ateliers per apprendere a ben mangiare senza sprechi. Perché è un dato di fatto: attraverso una corretta alimentazione si prevengono molte malattie, e se ne combattono altre. Uno stile di vita sano da intraprendere sin da giovani.

Scienza, ambiente, alimentazione, gioco, sport e Internet, per difendersi dai pericoli della rete, grazie ai consigli preziosi della Gendarmeria di Stato francese. 

Quest’edizione 2014 si distingue inoltre per alcune novità: sfilate di moda, snowpark in miniatura, immersione nell’universo fantastico del fumetto, e soprattutto perché Kidexpo si mobilita per la prima volta a favore di Telethon, per sensibilizzare le famiglie alle malattie genetiche, rare e invalidanti.

 

 

Pubblicato in Varie
Cristina Biordi

Giornalista professionista, documentarista, curatrice di mostre, appassionata ed esperta d’arte, cinema, teatro, letteratura, fotografia, enogastronomia, con 15 anni d’esperienza nel settore dell’energia e dell’ecologia. Ovvero: è terribilmente curiosa! Dalla Città Eterna si è trasferita nella Ville Lumière, dove è titolare dell’agenzia Labi communication, e come Joséphine Baker ha due amori: l’Italia e Paris. 

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI