“La Ciociara” come non l’avete mai letta

 Il 13 aprile, nei luoghi del romanzo e del film di De Sica, il 2° convegno internazionale “Moravia e La Ciociara. Letteratura, storia, cinema”

 

alberto-moravia

Il 13 aprile, nei luoghi del romanzo e del film di De Sica, il 2° convegno internazionale “Moravia e La Ciociara. Letteratura, storia, cinema”

Diciotto studiosi provenienti da sette università e cinque Paesi diversi, tra cui “Harvard“, Princeton, Avignon e Pechino. A 100 anni dalla nascita di Elsa Morante e a 110 da quella del regista de “La Ciociara” De Sica, sono questi i numeri della II edizione del Convegno Internazionale Alberto Moravia e La ciociara. Letteratura. Storia. Cinema. L’intento è quello di risondare criticamente tutti i significati dell’opera di uno dei più grandi romanzieri del Novecento. Con anche una bella scoperta: un capitolo espunto ed inedito della stesura ultima del romanzo, un ritrovamento inaspettato che di certo calamiterà l‘attenzione di appassionati e studiosi. E poi il Moravia cinese, tradotto ancora nel 2011 e famoso come Dante [intervista Wei Yi]. Il prof. Angelo Favaro, ideatore e coordinatore della giornata di studi, ha pensato di far incontrare studiosi e docenti delle diverse università del mondo a Fondi, in provincia di Latina, grazie al consenso e alla fattiva collaborazione dell‘Assessorato alla Cultura, nella persona dell’Assessore prof. Lucio Biasillo. Perché è qui che il 13 Aprile prossimo si parlerà dell’opera moraviana, circondati dai paesaggi che colmarono lo svolgimento del romanzo prima e poi fecero da sfondo scenografico a “La ciociara”, l’omonimo film di De Sica che valse l’Oscar a Sophia Loren. Il personaggio campestre e la vicenda di Cesira, protagonista della storia, nascono da un incontro vero avuto dall’autore con i pastori che durante la II guerra mondiale abitavano le montagne della piana di Fondi. Qui, infatti, dopo gli avvenimenti dell'8 settembre del 1943 Moravia si rifugiò con la moglie Elsa Morante a Sant'Agata, un villaggio montano di pastori provenienti da Vallecorsa (Ciociaria) presso la famiglia Marrocco-Mirabella: da questa esperienza e dal rapporto con questa famiglia ha avuto origine il romanzo La ciociara. Un romanzo che, però, è molto di più: è opera massima, documento storico, capolavoro cinematografico, attualità valoriale.

Foto archivioriccardi.it

Pubblicato in Varie
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti

Fotonews

Premio Guido Carli 2021

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI