La Notte delle Candele di Vallerano alla sua Settima Edizione

Oltre diecimila ceri in più illumineranno quest’anno il borgo medievale di Vallerano, nel cuore del viterbese, per la settima edizione de La Notte delle Candele, un itinerario artistico volto a far conoscere, in una chiave assolutamente romantica e suggestive, gli antichi vicoli e spazi storici di uno dei gioielli più pittoreschi della Tuscia.

candele

Oltre diecimila ceri in più illumineranno quest’anno il borgo medievale di Vallerano, nel cuore del viterbese, per la settima edizione de La Notte delle Candele, un itinerario artistico volto a far conoscere, in una chiave assolutamente romantica e suggestive, gli antichi vicoli e spazi storici di uno dei gioielli più pittoreschi della Tuscia.
Sabato 24 agosto  sono attesi migliaia di visitatori da ogni parte d’Italia per assistere, in ogni luogo del borgo, all’accensione delle cinquantamila candele ad opera degli stessi abitanti del posto, e alla successiva spettacolarizzazione di piazze, viuzze e palazzi cittadini attraverso un percorso itinerante che prevede, fino a notte fonda, spettacoli dal vivo di ogni genere: un viaggio tra suoni, immagini e impressioni magnetiche e affascinanti, in un ritorno alle origini nel quale la Natura si incontra con l’Arte.
 

Alla passeggiata creativa, districata tra concerti, allestimenti, proiezioni e rappresentazioni diversificate.

Il giovane neosindaco di Vallerano, Maurizio Gregori – lui stesso musicista e amante dell’Arte, confermando l’appuntamento rispetta il suo impegno approfondito nei confronti della cultura: “La notte delle candele” è l’esempio di come un evento può essere interpretato all´insegna della qualità e dell´impegno costante nella ricerca di nuove collaborazioni e di sperimentazioni, in particolare con i giovani valleranesi, che supporteranno l’iniziativa tramite l’allestimento delle singole piazze del centro storico. La manifestazione è anche una significativa occasione per far conoscere ai turisti italiani e stranieri un pezzo di Italia per molti ancora inesplorato caratterizzato da un rilevante patrimonio culturale, naturale e storico, oltreché alle tradizioni della buona tavola e alle regole di una sacra ospitalità”.

Pubblicato in Varie

Fotonews

Premio Socrate 2021

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI