Minelli nuovo presidente dell'UGC

Franco Verrascina e Pietro Minelli Franco Verrascina e Pietro Minelli M. Riccardi © Agr
Il modenese Pietro Minelli è il nuovo presidente nazionale dell’Ugc, l’Unione generale coltivatori della Cisl che a livello nazionale conta oltre 70 mila iscritti.

Minelli, che succede al dimissionario Franco Verrascina, era vicepresidente nazionale Ugc, oltre che presidente provinciale e regionale sia dell’Ugc che della Copagri (la Confederazione produttori agricoli che associa 250 mila aziende).

«Ringrazio l'Ugc per la fiducia e l'amico Verrascina per il lavoro svolto e che continuerà a fare con noi per rafforzare la Copagri, un'indiscutibile realtà della rappresentanza imprenditoriale in agricoltura – dichiara Minelli - L'agricoltura e l'agroalimentare hanno già dimostrato durante questa drammatica crisi di poter trainare l'economia del Paese. Tocca a chi ha responsabilità di governo perseguire l'inversione del declino, puntare sul settore, cogliere il nostro sempre disponibile contributo e agganciare la ripresa. Quest'ultima passa per l'Europa, dove i vincoli finanziari non vanno visti come dogmi, ma – conclude il nuovo presidente nazionale Ugc – interpretati con coraggio per investire bene».

  • Pietro Minelli
  • Autore: Maurizio Riccardi
  • Pietro Minelli
  • Autore: Maurizio Riccardi

Pubblicato in Varie
Maurizio Riccardi

Sito web: www.maurizioriccardi.it

Fotografo, giornalista, direttore del Gruppo AGR, di cui fanno parte: l'agenzia fotografica AGR, il magazine online Agrpress.it, l'Archivio Riccardi, la sezione Audiovsivi / web e la sezione Comunicazione.
Nasce a Roma nel 1960, si può dire nella camera oscura del padre, anche lui noto fotografo della "Dolce Vita". 

Fotonews

Manifestazione globale contro il regime in Iran
Informativa

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.