“Ottobre africano” per la democrazia

“Ottobre africano” per la democrazia
Domenica 4 ottobre 2015 a Roma per “Ottobre africano” ospiti d’eccezione il rapper senegalese Dj Awadi e i fondatori del “Balai Citoyen”, movimento di protesta che in Burkina Faso ha costretto il dittatore alla fuga. Il festival diretto da Cléophas Adrien Dioma prosegue per tutto ottobre in varie città italiane.

Domenica 4 ottobre 2015 a Roma, serata in onore della democrazia al centro culturale Monk (via Giuseppe Mirri 35). Ospiti d’eccezione, i fondatori nel 2014 del “Balai Citoyen”, il celebre movimento di protesta che ha condotto la rivoluzione in Burkina Faso e costretto il dittatore Blaise Compaore alla fuga all’estero: Samsk Le Jah, Smokey e Dj Awadi.

L’appuntamento si inserisce nel programma della 13/ma edizione di “Ottobre africano”, il festival diretto da Cléophas Adrien Dioma dedicato alle culture e alle voci più rappresentative del continente africano. Di grande interesse sociale e politico, l’incontro è un’opportunità unica per conoscere la rivoluzione pacifica che ha segnato la recente storia del popolo burkinabè attraverso il racconto e le testimonianze di chi l’ha guidata. I musicisti Samsk Le Jah e Smokey sono infatti i fondatori del “Balai Citoyen” e proprio a causa del loro impegno politico e civile sono stati vittime di attentati da parte dei militari golpisti.

Il via alle 18.00 con la proiezione di “Barefoot revolution” (52’, Burkina Faso) di Christian Carmosino, film-documentario che racconta con interviste sul luogo e documenti inediti la nascita e le vicende del “Balai Citoyen”. A seguire conferenza dal titolo “Società civile e democrazia in Africa”, durante la quale i musicisti porteranno la propria testimonianza e discuteranno dell’attuale situazione nel Paese in seguito alla fuga del dittatore. Chiude la serata alle 21.00 il concerto del Dj Awadi in onore del popolo burkinabè.

“Ottobre Africano” è organizzato da Le Réseau in collaborazione con le associazioni Renken, Nakiri, Piemondo, AfriCoeur, ABREER, Africa&Sport. È finanziato da MoneyGram, Legacoop Sociali, Fondazioni4Africa, Cognac OT e Eyewear, con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Expo Milano 2015, Francofonia Italia, Iniziativa “Italia Africa”, Collegio degli ambasciatori Africani a Roma, Roma Capitale, OIM, UNAR. È inserito negli eventi dell’Anno Europeo per lo Sviluppo. Media partner Roma da Leggere, Redattore sociale, Africa News.

Alla realizzazione contribuiscono inoltre: FFF2015 - Festival della Narrativa Francese (Festival de la fiction française) organizzato dall'Institut français Italia/Ambasciata di Francia in Italia, Institut français Saint-Louis de Rome, Alliance Francaise di Torino, AMREF, Redani, Migrantour, SlowFood-Terra Madre, QuestaèRoma, Genovino D'Oro, Circolo Culturale il Monk, AfriCoeur, 66thand2nd, Edizioni Nottetempo, Casa delle Letterature, Summer School, Africa e Affari.

I protagonisti della serata: Serge Bambara, in arte Smockey, è un musicista burkinabè. Nel 2010 ha visto il premio Kora come miglior musicista hip hop. Ha fondato il movimento “Balai citoyen” insieme a Sams’K Le Jah. Nel 2014, “Balai citoyen” ha guidato le proteste in Burkina Faso, che hanno causato le dimissioni e la fuga all’estero del presidente Blaise Compaioré. Karim Sama, in arte Sams’K Le Jah, è un musicista reggae, dj radiofonico e attivista burkinabè. Ha fondato il movimento “Balai citoyen” insieme a Smockey. Didier Awadi è un musicista senegalese. Il suo gruppo “Positive black soul” è pioniere del rap africano. Ha fondato l’etichetta discografica e studio di registrazione Studio Sankara.

Programma domenica 4 ottobre 2015 Roma, centro culturale Monk (via Giuseppe Mirri, 35)

18.00 proiezione di “Barefoot revolution”

(52’, Burkina Faso, lingua originale) di Christian Carmosino

19.00 conferenza “Società civile e democrazia in Africa” con Samsk Le Jah e Smokey 21.00 concerto in onore del popolo burkinabé con Dj Awadi

Sito Web

Pagina Facebook



 

 

Maurizio Riccardi

Sito web: www.maurizioriccardi.it

Fotografo, giornalista, direttore del Gruppo AGR, di cui fanno parte: l'agenzia fotografica AGR, il magazine online Agrpress.it, l'Archivio Riccardi, la sezione Audiovsivi / web e la sezione Comunicazione.
Nasce a Roma nel 1960, si può dire nella camera oscura del padre, anche lui noto fotografo della "Dolce Vita". 

Fotonews

Meloni riceve i sindacati

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.