Premio Biella Letteratura Industria

Giovedì 6 febbraio alle ore 12 presso la sede della Società Dante Alighieri (piazza Firenze 27, Roma) si svolgerà la Conferenza Stampa di presentazione della Tredicesima Edizione del “Premio Biella Letteratura Industria” indetto dalla Città Studi Biella.

premio-biella

Giovedì 6 febbraio alle ore 12 presso la sede della Società Dante Alighieri (piazza Firenze 27, Roma) si svolgerà la Conferenza Stampa di presentazione della Tredicesima Edizione del “Premio Biella Letteratura Industria” indetto dalla Città Studi Biella. Questa edizione si arricchisce di una nuova partnership culturale rappresentata dalla recente collaborazione avviata con la Società Dante Alighieri, realtà fondata nel 1889 da un gruppo di intellettuali guidati da Giosuè Carducci, che ha lo scopo di “tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiane nel mondo ravvivando i legami spirituali dei connazionali all’estero con la madre patria e alimentando tra gli stranieri l’amore e il culto per la civiltà italiana”.

 “Letteratura e Industria” fu, all’inizio degli anni Sessanta del secolo scorso, il tema di un lungo dibattito proposto dalla rivista di Vittorini e Calvino “Il Menabò”. Il “Premio Biella Letteratura e Industria” è l’unico in Italia che riprenda questo itinerario ed è nato con la precisa finalità di indagare i complessi rapporti tra due mondi apparentemente distanti: quello delle arti e quello dello sviluppo e del progresso industriale. Il mondo letterario è da sempre e inevitabilmente influenzato dalle leggi delle produzione: osservandole, acquisisce un punto di vista interno all’industria stessa e diventa capace di comprendere e interpretare i meccanismi del sistema produttivo.

La sua specifica connotazione rende il Premio una vera e propria finestra sull’Italia, la stessa Italia le cui lingua e cultura vengono quotidianamente diffuse dalla Società Dante Alighieri nelle numerose sedi presenti in tutto il mondo. Il “Premio Biella Letteratura e Industria”, attraverso le opere letterarie che analizza, può rappresentare per i membri della Società un utile strumento per conoscere e approfondire la realtà socio-produttiva italiana attraverso gli occhi della letteratura e degli autori finalisti.

Unico nel suo genere, il Premio, destinato alternativamente ai due settori “Narrativa” (biennale) e “Saggistica” (biennale), è quest’anno dedicato ad un’opera di saggistica di autore italiano o straniero in traduzione italiana edita tra il 1° gennaio 2012 e il 31 dicembre 2013. L’opera in concorso deve descrivere o analizzare momenti e modelli di trasformazione della società italiana con riferimento generale alla realtà socio economica e alla cultura industriale. Alla Conferenza Stampa interverranno, dopo l’introduzione di Paolo Piana, Presidente del “Premio Biella Letteratura e Industria”, Donato Squara, Direttore Generale di Città Studi, che illustrerà la realtà dell’ente, Alessandro Masi, Segretario Generale della Società Dante Alighieri, che si soffermerà sulle iniziative congiunte che si intendono attivare e alcuni dei finalisti della dodicesima edizione: Giorgio Caponetti, autore di “Quando l'automobile uccise la cavalleria” (Marcos y Marcos editore); Andrea Di Consoli, autore di “La collera” (Rizzoli); Peppe Fiore, autore di “Nessuno è indispensabile” (Einaudi), e, in videoconferenza, Federico Grom, penna con Martinetti di “Grom. Storia di un'amicizia, qualche gelato e molti fiori” (Bompiani).

Alberto Esposito

Pubblicato in Varie

Fotonews

Festa dell'Europa 2022

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI