Salone del cioccolato di Parigi: 20 anni di successi

Salone del cioccolato di Parigi: 20 anni di successi
Entrando il dolce profumo risveglia ricordi ed emozioni. Impossibile resitere alle tentazioni proposte dal Salone del cioccolato di Parigi, che quest’annno soffia ben 20 candeline. Per celebrare degnamente quest’anniversario un programma ricco di eventi  che si tengono, dal 29 ottobre al 2 novembre, su quasi 20.000 metri quadrati presso il Parco delle esposizioni della Porte de Versailles.

Il salone  si divide in due piani: gli attori principali del mondo del cioccolato, le sfilate e i concorsi di pasticcieria al primo piano; un’esposizione sul cioccolato, patrimonio universale, al piano terra. La spettacolare esposizione premette di conoscere tutta la storia di questo prezionso prodotto, amato da Maya e di cui oggi se ne riscoporono le molteplici virtù e utilizzi. La sezione è caratterizzata da incontri, seminari golosi e opere artistiche in cioccolato ispirate all’universo surrealista di Salvador Dalí. Un’avventura esclusiva dove artisti, designer, pasticceri si incontrano con i paesi produttori, mescolando i loro talenti per celebrare il cioccolato.

Al primo piano, inoltre si tengono due volte al giorno delle sfilate di moda, con abiti in cioccolato ideati da diversi stilisti: saranno esposti 150 modelli unici, una storia del costume dal 1999 al 2014. Da notare il ritorno alla progettazione di Jean-Louis Scherrer (questa volta con Jean-Paul Hévin), creatore degli degli abiti del primo salone nel 1994.

Tra gli stand una forte presenza di “cioccolatai” francesi, molti giapponesi e pochi italiani, ma “buoni”: veri porta bandiera dell’eccellenza italiana. Da segnalare infatti la presenza di Domori, nel cui spazio Gianluca Franzoni - fondatore dell´azienda - anima alcuni seminari di degustazione. Dalla filosofia dell’azienda, al processo di lavorazione della pregiata fava di cioccolato criollo, svelando quasi tutti i segreti di questo straordinario prodotto. Franzoni, considerato un guru del settore, illustra il codice di degustazione del cioccolato elaborato secondo i canoni dell´eccellenza (aromaticità, rotondità, pulizia e persistenza), guidando i partecipanti a un’analisi sensoriale attraverso alcune esperienze con il cioccolato in diversi stadi.

Domori è la prima azienda ad avere una piantagione di proprietà, l´Hacienda San Jose in Venezuela, dove opera un programma di recupero del cacao criollo - la varietà più rara e pregiata che rappresenta solo lo 0,001% del totale del cacao prodotto nel mondo - e la prima a creare una tavoletta di solo criollo, senza l´aggiunta di altri ingredienti: solo pasta di cacao, senza zucchero o vaniglia o lecitina. Dopo anni di sperimentazioni e studi, ha saputo riscoprire questa varietà dalle caratteristiche di gusto straordinarie. Un appuntamento da non perdere per i gourmets gourmands. 

Il Salone accontenta veramente tutti i gusti e tutte le generazioni, grazie anche a degli ateliers dedicati ai più piccoli, i quali non esitano a farsi scattare una foto davanti alla statua gigante di King Kong in cioccolato. 

Pubblicato in Varie
Cristina Biordi

Giornalista professionista, documentarista, curatrice di mostre, appassionata ed esperta d’arte, cinema, teatro, letteratura, fotografia, enogastronomia, con 15 anni d’esperienza nel settore dell’energia e dell’ecologia. Ovvero: è terribilmente curiosa! Dalla Città Eterna si è trasferita nella Ville Lumière, dove è titolare dell’agenzia Labi communication, e come Joséphine Baker ha due amori: l’Italia e Paris. 

Fotonews

ANA presenta I musei di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI