Tavola Rotonda alla “Plus Art Puls” di Roma: “Processi creativi e percezioni dell'arte”

Ennio Calabria,Patologie della luce Ennio Calabria,Patologie della luce
Promossa dall’Archivio Calabria, martedì 28 aprile alle ore 18,00 si terrà a Roma presso l’Associazione Culturale “Plus Art Puls”, in Viale Mazzini 1, la tavola rotonda “Processi creativi e percezioni dell'arte”. Interverranno: gli artisti Ennio Calabria e Ida Gerosa, gli storici dell’arte Francesco Gallo Mazzeo e Ida Mitrano e il docente di comunicazione multimediale Giulio Latini. Condurrà il giornalista e artista Danilo Maestosi.

L’evento, a cura di Rita Pedonesi (Archivio Calabria), ha l'intento di promuovere una riflessione più attenta e consapevole sulle cause e sugli effetti irreversibili delle trasformazioni sociali, economiche e tecnologiche nei processi mentali e creativi. L’Archivio Calabria, anche in questa tavola rotonda, vuole proporre l'approfondimento di alcune tematiche, emerse nell’incontro del 29 gennaio scorso sul tema “Il destino sociale del’arte”, determinanti per la comprensione dei mutamenti in atto nell'arte contemporanea, che riguardano la molteplicità dei linguaggi artistici osservati come diversità di processi creativi e, altro aspetto fondamentale, come i cambiamenti inediti della nostra epoca abbiano influito nel modo di percepire, di emozionarsi e di relazionarsi con l'opera d'arte. Quindi, le domande di fondo alle quali si tenterà di dare risposta sono: “In che modo l'intelligenza artificiale ha modificato i processi mentali e creativi?”, “La modificazione dei processi mentali, come ha mutato la percezione individuale rispetto all'opera d'arte?”

Nella “Babele” dei linguaggi e nella confusione che ne deriva, le teorizzazioni appaiono datate o insufficienti per fare luce su quanto sta accadendo. In tale scenario, il fruitore, non più sorretto da una reale relazione organica tra se stesso, la società e l'arte, è sempre più spaesato, meno coinvolto emotivamente e distratto. Al di là delle mode, delle facili, ma vuote omologazioni, l'unico orientamento a cui può affidarsi sembra essere la percezione e la coscienza individuale.

Per questo, prima ancora di cercare nuove definizioni di senso necessarie alla continuità dell'esistenza dell'arte, è fondamentale cercare di ridefinire le varie forme di linguaggio analizzandole sotto il profilo della diversità dei processi creativi per rintracciavi quel “corto circuito” che la presenza della vita, di quei “sintomi” non verbalizzabili che si determinano nel suo farsi, garantisce e che solo l'artista “testimone” e il mistero dell'arte di cui è portatore, può restituire.

Per introdurre la riflessione, i due artisti che partecipano alla tavola rotonda, emblematici per la  diversità di linguaggio e di percezione dell'opera d'arte, saranno presenti anche con i loro lavori. Di Ennio Calabria saranno esposte alcune tele realizzate in questi anni ispirate alle grandi trasformazioni epocali che egli definisce antropologiche. Di Ida Gerosa, pioniera sin dagli anni '80 della computer art, ci sarà una proiezione video di suoi lavori, eseguiti in periodi diversi, significativi della sua ricerca. (nella foto, Ennio Calabria: “Patologia della luce”, 2012, acrilico su tela cm. 140x280)

 

 

 

Pubblicato in Varie
Alberto Esposito

Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei Pubblicisti del Lazio da Marzo 2004.
Si occupa di montaggio, postproduzione, dirette televisive, registrazioni in studio, editing audio e video.
Collabora ed ha collaborato con diversi quotidiani tra cui Italia Sera, La voce e Il Romanista

Fotonews

Camera ardente David Sassoli

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI