Teatro Studio Uno, la casa Romana del teatro Indipendente

Per la stagione 2013-2014, il Teatro Studio Uno si conferma la Casa Romana del Teatro Indipendente, ospitando da ottobre a giugno le più interessanti esperienze della scena off. 

incepe-in-scena-al-teatro-s

Per la stagione 2013-2014, il Teatro Studio Uno si conferma la Casa Romana del Teatro Indipendente, ospitando da ottobre a giugno le più interessanti esperienze della scena off. Diretto per il quinto anno dall’Associazione Culturale “La Cattiva Strada”, lo spazio che ha ridato vita a un quartiere come quello di Tor Pignattara, attirando e interessando un pubblico sempre più attento, conferma così la sua politica di promozione e diffusione delle realtà innovative della Capitale proponendo i lavori di oltre 20 compagnie e affiancando realtà già consolidate a gruppi di nuova formazione. Una programmazione attenta alla nuova drammaturgia e alle scritture originali alla ricerca di un linguaggio innovativo e di sperimentazione che possa rilanciare e arricchire la scena contemporanea.

La Stagione Teatrale si apre il 10 ottobre con “Incepe” della compagnia Amaranta/Ormafluens, uno spettacolo perfomance che offre uno sguardo ironico sul tema dell’immigrazione, vincitore di "Teatri di Sabbia" 2012 e semifinalista al Roma Fringe Festival 2013. Per il secondo anno, il Teatro Sudio Uno continua la sua collaborazione con il Roma Fringe Festival con il quale prosegue l’impegno nella promozione delle realtà più interessanti della scena Off. Direttamente dall’edizione 2013, oltre ad Incepe, andrà in scena anche lo spettacolo vincitore del Premio della Critica Periodico Italiano Magazine, “Manuale Distruzione” della compagnia barese Fatti D’Arte che il 9 al 10 novembre presenterà con doppio spettacolo insieme all’inedito “Tutto sui tacchi di tutti”.

Nuova produzione invece, per la Compagnia Arcadia delle 18 lune finalista 2013 al Roma Fringe Festival che presenta dal 28 febbraio al 9 marzo “Stazione di transito” in cui il luogo di passaggio per eccellenza, diventa metafora di una società in perenne movimento alla ricerca della sua identità. Tra le proposte in stagione, ritorna dopo il successo dello scorso anno una delle Produzioni de La Cattiva Strada “Li Sordi” dal 29 ottobre al 3 novembre con la regia di Marco Zordan, spaccato di una Roma anni cinquanta dove il suono frusciante delle banconote “facili” anima la folle corsa di una compagnia di spiantati alla ricerca di un effimero benessere.

Novità assoluta di quest’anno sarà il progetto indipendente di Performing Arts “Radicanto”, un originale lavoro sulle interconnessioni artistiche, scadenzato in cinque eventi speciali nel corso di tutta la stagione. Primo appuntamento l’1 e 2 ottobre con Confindence Concerto di e con Francesco Leineri, straordinario giovane compositore palermitano ideatore e organizzatore del progetto, che duetterà a turno nelle singole serate con Sergio Schifano, chitarrista (18 dicembre), Elisa Galluci, attrice (26 febbraio), Francesco Gusella, pittore (30 aprile), e Francesco Crapanzano, film maker (14 giugno).

Asse portante della Stagione saranno le Residenze Temporanee, un progetto riservato alla produzione di sei spettacoli Site Specific che vede protagoniste 6 compagnie selezionate nella creazione di un proprio lavoro originale pensato e sviluppato per lo spazio del teatro Studio Uno. La Prima residenza sarà “Criminal” della compagnia Pricopompo Teatro, con la regia di Manuela Cherubini che porterà in scena dal 19 gennaio al 1 dicembre una commedia noir sul desiderio privo di implicazioni sentimentali, unico riferimento dei personaggi, unica relazione, la cui soddisfazione ne influenza le scelte e determina le azioni .

In scena dal 14 al 26 gennaio “ Le Elettra”, regia di Francesca Staasch,  studio sul mito e sui diversi modi di essere Elettra, un personaggio logorato nell'attesa, martoriato nell'impotenza dell'azione, maschile e femminile, che induce alla carneficina, che si traghetta verso la salvezza. Un’indagine sulle infinite possibilità di scelta dell’uomo e sulle vicissitudini che ne condizionano l’esistenza e ne trasformano minuto dopo minuto il destino è il tema di “UnDìVERSO” in scena dall’11 al 23 febbraio con la regia di Francesca Romana Verzaro. Dall’11 al 23 marzo la Compagnia Produzioni Nostrane presenta “In principio fu D.M.” regia di Giovan Bartolo Botta, cinico e dissacrante affresco di un’agenzia di spettacolo dove ogni giorno può essere l’ultimo. La compagnia DoveComeQuando dal 1 al 13 aprile con “Doris Every Day”, regia di Pietro Dattola, esplora il difficile rapporto tra la cura del proprio corpo e se stessi, ossessione che trasforma ogni sogno di perfezione in incubo, inadeguatezza e senso di colpa Infine la Compagnia Teatrino del Grano e Arteattiva portano in scena dal 1 all’11 maggio “Nuovi mondi” regia di  Yamila Suarez Filgueira, un viaggio onirico di due personaggi che incontrano i loro doppi,  due puppets, raccontando in chiave comica ed ironia la solitudine dell’individuo e la sua inadeguatezza in questo mondo.

Pubblicato in Varie

Fotonews

Festa dell'Europa 2022

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI