Terminata la XXV° edizione del Romics

Terminata la XXV° edizione del Romics Foto di Carmelo Daniele
Si è conclusa domenica 7 aprile 2019, la 25esima edizione primaverile del Romics 2019. 

La rassegna internazionale sul fumetto, l’animazione, i games, il cinema e l’entertainment di Fiera di Roma è andato in scena a Fiera di Roma dal 4 al 7 aprile 2019, dividendosi in 5 settori:

·     Pala Movie: cinema, gadget e body art (padiglione 5);

·     Pala Games: videogames e youtuber (padiglione 6);

·     Pala Comics: officina del fumetto e l’editoria (padiglione 7);

·     Pala Romics: sala grandi eventi e proiezioni (padiglione 8);

·     Pala Comics Lab e Card Games: Comics City, Area Nuovi Talenti, Kids&Junior, Giochi di carte, Logica e Strategia (padiglione 9).

Come non mai questa edizione ha buttato l’occhio sulle nuove tecnologie, sul digitale verso un mondo più multimediale e dinamico ma senza dimenticarsi del fumetto che per anni è stato cardine del Romics. 

Di grande rilevanza sotto questo aspetto sono state le premiazioni per disegnatori e autori quali: Alessandro Bilotta (sceneggiatore di Dylan Dog e Mercurio Loi della Sergio Bonelli editore), il fumettista Ryan Ottley (suoi i disegni su The Amazing Spider-Man e su Invincibile di Kirkman & Walker), lo scrittore giapponese Reki Kawahara (noto per Accel World e Sword Art Online) e George Hull concept deisgner di The Matrix: Reloaded, Blade Runner 2049.

È stato premiato con il Romics d’oro, prestigioso premio alla Carriera assgnato ai grandi protagonisti dell'immaginario, il grande attore statunitense naturalizzato italiano, Willem Dafoe che nel 2018 è uscito al cinema con il film Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità, interpretazione che gli è valsa la candidatura all’Oscar come miglior attore protagonista. Fra i tanti film di Dafoe ricordiamo la sua presenza nella triologia Spider-man di Sam Raimi, Acquaman, Gran Budapest Hotel, Pasolini e tanti altri e fra i registi con cui ha lavorato ricordiamo Martins Scorsese, Lars von Trie, Abel Ferrara, Spike Lee, Wes Anderson. Oltre al cinema Dafoe, si è cimentato con grande successo anche nel doppiaggio da Death Note: il quaderno della Morte al film d’animazione Alla ricerca di Nemo, serie tv come I Simpsons e anche nei videogames come in Spider-man e James Bond 007: Everything or nothing. L’incontro fra l’attore ed i fan è avvenuto sabato 6 aprile presso il Pala Romics, padiglione 8. 

Ha ricevuto notevole spazio, in quest’ultima edizione del Romics, anche il personaggio di Batman, punta di diamante del colosso DC Comics. Infatti l’uomo pipistrello compie 80 anni e le celebrazioni per il suo anniversario (debutto sulla rivista Detective Comics #27 il 30 marzo 1939) sono partite proprio dal Romics con una mostra di tavole originali del fumetto, statue rare, contenuti trasmediali che hanno coinvolto Batman e tutto il suo mondo.  Long Live Batman è lo slogan che accompagnerà, come già fatto a Roma, l’eroe di Gotham, per le celebrazioni ufficiali in tutto del mondo organizzate dalla DC Comics.

Elementi di attrazioni continua, come ogni edizione del Romics sono stati i cosplayers che con i loro colori, i loro costumi rendono unico il mondo del fumetto e non solo. 

Pubblicato in Varie

Fotonews

Camera ardente David Sassoli

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI