Torna  a Bologna il festival Human Rights Nights

Torna  a Bologna il festival Human Rights Nights
Dall’8 al 17 maggio 2015 torna a bologna il festival Human Rights Nights, nel quale cibo, terra e  diritti umani e diversità saranno i temi principali.

Cibo e terra, diritti umani e diversità è il tema di quest’anno, con un approfondimento su sovranità alimentare, land grabbing, privatizzazione delle risorse naturali, sfruttamento del lavoro agricolo, cambiamento climatico. Con le organizzazioni internazionali, tra cui ActionAid, GVC, COSPE, Greenpeace, Forum dei Popoli, Sete di Giustizia, CEFA e Africa e Mediterraneo, attivisti, testimonials e associazioni impegnate sul campo presentano la Dichiarazione dell’African Social Forum e il Manifesto dell’Expo dei Popoli sul diritto al cibo e il rispetto dell’ambiente.

Oltre 20 film, documentari e corti sui diritti umani, parteciperanno alla competizione internazionale HRNs Award– al Cinema Lumière dal 13 al 17 maggio. Il festival inaugura con il film inedito The President di Mohsem Makhmalbaf, e prosegue con le ultime produzioni sui diritti umani, tra cuiTimbuktu di Abderrahmane Sissako e i documentari Sounds of Torture, Concerning Violence,Silvered Water e The Long Road to the Hall of Fame. Una speciale sezione è dedicata alle tematiche di CIBO e TERRA, con le anteprime Land Rush, Songs of Rice e Man of Salt. Un incontro su Cinema, Media e Diversity e speciali focus sulle tragedie in mare, i conflitti in Africa e Medio Oriente e sui diritti del lavoro saranno importanti momenti di dibattito al Cinema Lumière e negli spazi alla Facoltà di Giurisprudenza, la CISL e il Mast.Auditorium.

La musica come strumento di resistenza è rappresentata nel festival da film come Beat the Antonov e Finding Fela, e dal ricco programma di concerti e musica – dal Blues Tuareg del deserto, a Swing, Hip Hop, Gipsy Folk, Afro Funk, Patchanka, Jazz e Reggae – grazie alla partecipazione di Cico Giramundo, Dj Lugi, Dazi Bao e i gruppi musicali Timmidwa, Gajè, Laboratorio Sociale Afrobeat e il Sabar di Yakar con le danze di Mame Marame. Lindy Hop con Bologna Swing Dance Society, lezioni aperte di danze classiche indiane con Jaya Associazione, pizzica e danze popolari del Sud Italia con ASD TarantArte e Capoeira con La Casa clandestina Motaçoes.

Arte e fotografia offrono uno sguardo particolare sulle tematiche dei diritti umani con un Omaggio a William Kentridge, curato da Nosadella.due, una preview del progetto fotografico Boundless. Senza Confini di Laura Bessega e Laura Frasca, curato da YarT Photography, e la mostra Round Around the Township di Pino Ninfa, alla QR Gallery.

Anche il Mercatino Verde del Mondo riapre a Human Rights Nights con assaggi delle cucine gourmet del mondo, danze e performances, concerti, workshops e giochi per bimbi. Delizie culinarie dal Senegal alle Filippine, dall’India all’Afghanistan… ma anche tortellini e lasagne e pizza. Il cibo non solo da gustare ma anche espressione di cultura, identità ed empowerment.

 

 

Pubblicato in Varie

Fotonews

Festa dell'Europa 2022

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI