Una giornata dedicata all’autismo al MAXXI

Una giornata dedicata all’autismo al MAXXI
Giovedì 2 aprile il MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma, ospiterà l’iniziativa “I nostri figli sono opere d’arte”, in occasione della Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo.

Una inconsueta opera d’arte varca le soglie del MAXXI. Si tratta dei ragazzi autistici con le loro famiglie che, in occasione della Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo promossa dall’Onu, espongono sé stessi nella lobby del museo e un grande murale realizzato in diretta dai ragazzi.

Intenzione comune è creare un evento che non si esaurisca nell’arco di una giornata celebrativa, ma sia l’occasione per inaugurare un laboratorio d’arte, autismfriendly, all’interno del museo, che coinvolga ragazzi adolescenti autistici.

L’iniziativa "I nostri figli sono opere d’arte" è parte del progetto “Insettopia” di Gianluca Nicoletti, giornalista scrittore e padre di Tommy, ragazzo autistico. È realizzata in collaborazione con il MAXXI, Mammaiutamamma.it il network, Associazione Italiana Ricerca Autismo. Partecipa inoltre un gruppo di ragazzi del Liceo Artistico Ripetta di via Pinturicchio.

L’evento si aprirà alle ore 17.30 con Il Labirinto di Icaro involato, installazione interattiva di scatole pensanti e camminanti, organizzato dal  I Cinque Sensi, il laboratorio performativo d’inclusione scolastica dell’autismo a cura di DYNAMIS Teatro con il Liceo Artistico Statale “V.le Pinturicchio”. Gli studenti costruiranno nella piazza del MAXXI, a partire da una mappa emotiva, un Labirinto di scatole di cartone, oggetti plastici a reazione poetica che conterranno le auto narrazioni del loro viaggio, reale e metaforico, con i compagni autistici. Il pubblico sarà invitato a condividere la loro esperienza entrando nel Labirinto, sostando e scoprendo il contenuto delle scatole.

Alle ore 18.00 nell’ Auditorium del MAXXI si terrà l’incontro  “Barcamp. le famiglie degli autistici si confrontano”, in cui i genitori, dopo una breve introduzione sull’autismo nel nostro Paese e i progetti concreti che realizzano genitori, educatori e associazioni, saranno invitati a esprimersi in un messaggio della durata di 1 minuto ciascuno. Gli interventi saranno ripresi e comporranno un video montato a tempo reale e pubblicato in streaming dalle ore 21.

A seguire i ragazzi autistici lavoreranno e creeranno un grande murale collettivo con pennarelli e pastelli, che dovrebbe equivalere al rimbalzo, nella loro eclettica visione, delle opere che hanno appena attraversato e percepito attraverso la loro “extra ordinaria” percezione sensoriale. All’interno di una grande e importante struttura che raccoglie forme di arte contemporanea si darà forma visibile a un’opera-evento che vuole evocare come presenza reale e stimolo di riflessione attiva i soggetti con autismo.

L'ingresso è libero.

 

 

 

Pubblicato in Varie

Fotonews

Camera ardente David Sassoli

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI